Sei in: Home > News > Mercato > Vendite record nel 2016: la Casa dell'Elica oltre i 2 milioni di auto

Gruppo BMWVendite record nel 2016: la Casa dell'Elica oltre i 2 milioni di auto

 

Il Gruppo BMW supera se stesso per il sesto anno di fila, chiudendo il 2016 con più di 2,3 milioni di vendite: un record per il costruttore di Monaco, ancora più gradito visto che è stato registrato proprio nell'anno del centenario (e dei 50 anni della divisione italiana).

L'Elica vola. L'anno scorso, il Gruppo tedesco ha venduto 2.367.603 vetture, per un incremento del 5,3% rispetto all'anno precedente. Per la prima volta nella sua storia, il marchio BMW ha superato la boa dei 2 milioni di auto (per la precisione 2.003.359): da sola, la Casa dell'Elica è cresciuta del 5,2%, mettendo a segno un anno senza precedenti grazie alle vendite della famiglia X (644.992), della Serie 2 (196.183) e della Serie 7 (61.514).

Festa anche per Mini e Rolls-Royce. Il Gruppo stappa lo champagne anche per la Mini, a quota 360.233 vetture e forte di un incremento ancora più sensibile (+6,4%), trascinato dai nuovi modelli Cabrio e Clubman. Anche in questo caso, si tratta del miglior risultato di sempre. Per quanto riguarda la Rolls-Royce, le 4.011 unità (+6%) rappresentano il secondo record storico e confermano il successo della Dawn e delle best seller Wraith e Ghost, arricchite dalle versioni Black Badge.

Le elettriche. Il 2016 ha messo in evidenza anche le consegne di veicoli a batteria, più di 62 mila: con le versioni ibride plug-in della nuova Serie 5, in arrivo a febbraio, e della Mini Countryman, il Gruppo conta di superare quota 100 mila unità nel corso di quest'anno.

I Paesi. Per quanto riguarda il dettaglio dei mercati, quasi la metà delle immatricolazioni della Mini e della BMW (1.091.192) è stata registrata in Europa, per una crescita del 9,2%: i migliori incrementi sono stati registrati proprio in Italia (83.750 vetture, +17,7%) e in Spagna (55.096, +21%). Importanti i volumi fatti registrare dal Regno Unito (più di 250 mila consegne, per una crescita pari al 9,2%). Oltreoceano, gli Stati Uniti hanno registrato un calo del 9,7% (365.204), mentre in Cina le performance continuano a essere ottime (516.355 auto, +11,3%). D.C.