Sei in: Home > News > Milano > 100 telecamere anti-lancio

Rifiuti gettati a bordo strada100 telecamere anti-lancio

 

C’è lo storico fenomeno delle macerie edilizie abbandonate dove capita, normalmente su tratti di strade poco illuminati o meno frequentati, parzialmente debellato con la posa di telecamere e le sanzioni (poche) contro chi lo pratica. Da quando si è diffusa la raccolta differenziata dei rifiuti di casa (con ammende contro chi non la fa, anche nei paesi attorno a Milano), si è aggiunto l’incivile sport del lancio del sacchetto della pattumiera, spesso direttamente dal finestrino di un mezzo in corsa. Se si aggiungono i tagli apportati negli ultimi anni alla manutenzione stradale, pulizia dei cigli compresa, si capisce perché ai lati di tante provinciali e statali, non solo lombarde, si accumulino immondizie di ogni tipo. Il Codice della strada all’articolo 15 descrive e punisce la selvaggia pratica (comma f, vietato depositare rifiuti o materie di qualsiasi specie, insudiciare e imbrattare la strada e le sue pertinenze, gettare rifiuti o oggetti dai veicoli in sosta o in movimento), ma cogliere in flagrante i responsabili, come succede di tanto in tanto a qualche pattuglia che si trova per caso nella scia del “lanciatore di pattumiera”, è un fatto raro.   

Protocollo. Per mettere a punto una strategia che abbia un concreto impatto nei confronti della cattiva abitudine, il vicesindaco della Città metropolitana di Milano, Arianna Censi, ha convocato a Palazzo Isimbardi i responsabili dei comuni che si trovano sull’asse e nei dintorni della statale Paullese (Mediglia, Pantigliate, Paullo, Peschiera Borromeo, San Donato Milanese, Segrate, Settala e Tribiano), dove il fenomeno è continuo e intenso, già a partire dalle strade attorno all’Idroscalo. L’obiettivo è quello di sottoscrivere un protocollo che coinvolga attivamente le amministrazioni, dal controllo del territorio al processo sanzionatorio; per questo la Città metropolitana si è impegnata a pubblicare un bando per la fornitura di 100 impianti di videoripresa, da collocare sulle piazzole e sui tratti più colpiti. “L’abbandono dei rifiuti sui cigli stradali è un problema che affrontiamo quotidianamente e con impegno. I dati in nostro possesso dicono che dall’inizio dell’anno sono state raccolte e smaltite già circa 35 tonnellate di rifiuti abbandonati lungo le strade di nostra competenza. Il 50% è stato raccolto sulla Paullese”, ha detto Arianna Censi. V.B.