Sei in: Home > Eco > Mobilità alternativa > Usa, il ride sharing sbarca su Facebook Messenger

LyftUsa, il ride sharing sbarca su Facebook Messenger

 

Dopo Uber, anche Lyft sbarca su Facebook Messenger: a partire da ieri, il servizio di ride sharing peer-to-peer è stato infatti integrato nella versione americana dell'app di Zuckerberg, dove farà concorrenza alla controversa società.

Sfida tra big. Per chiamare un driver Lyft è sufficiente un "tap" sullo schermo dello smartphone, senza bisogno di accedere all'app proprietaria: il sistema è lo stesso utilizzato da Uber, ospitata su Messenger a partire dallo scorso dicembre. L'azienda di Travis Kalanick non è (ancora) quotata in Borsa, ma le ultime stime parlano di un valore pari a circa 62,5 miliardi di dollari: dal canto suo, Lyft si aggira attorno ai 4, peraltro dopo l'investimento di 500 milioni fatto a gennaio dalla GM. La partita sembra particolarmente complessa per l'operatore con le auto dai baffi rosa, ma il sostegno di Detroit potrebbe essere un asset importante. Lo stesso non è accaduto a Sidecar, altro concorrente che ha dovuto dare forfait lo scorso 31 dicembre: dopo la chiusura, gli asset sono stati acquisiti dalla stessa Mary Barra, interessata a potenziare Lyft.

Redazione online