Sei in: Home > Eco > Mobilità alternativa > Car sharing e van pooling con le Model X di Green Commuter

TeslaCar sharing e van pooling con le Model X di Green Commuter

 

La Tesla Model X è entrata a far parte della flotta di Green Commuter, un servizio californiano di van pooling e car sharing. La startup di Los Angeles ha appena iniziato a proporre ai propri clienti dei viaggi a bordo delle Suv elettriche a sette posti che, inizialmente, percorreranno, tra andata e ritorno, un tratto di 86 miglia (138 chilometri) che separa le città di Palmdale e Valencia, a nord di Los Angeles. Altri autisti potranno però proporsi per percorsi diversi. Le Model X saranno disponibili anche per essere noleggiate come car sharing a Los Angeles e a Chattanooga (Tennessee).

Come funziona. Tramite un’app, i clienti possono prenotare una delle Tesla Model X della flotta, decidendo se optare per il van pooling, con un minimo di cinque passeggeri, o noleggiare l’auto tramite car sharing. Il costo del servizio di locazione è legato al tempo d’utilizzo e non alla distanza. Esistono diversi pacchetti ma, per un uso occasionale, si può noleggiare la Model X per un’ora al costo di 18 dollari, 16.47 euro. Con 100 dollari (91.50 euro) al mese si ha poi la Basic membership che abbassa la tariffa oraria a 16.20 dollari (14.82 euro), mentre con 250 dollari mensili (228.77 euro) lo sconto è maggiore e si scende a 15.30 dollari all’ora, equivalenti a 14 euro. Nel servizio sono comprese tutte le spese, dalla ricarica all’assicurazione.

Un centinaio di Model X entro fine anno. Oltre alle Model X attualmente in uso, Green Commuter ha già ordinato una decina di Suv elettriche, che arriveranno entro l’estate. Poi, in base a come verrà accolto dagli utenti il progetto, entro la fine del 2017 potrebbero arrivare altri 50-80 esemplari per ampliare ulteriormente il servizio.

Redazione online