Sei in: Home > Eco > Mobilità alternativa > Europcar investe nel peer-to-peer con SnappCar

Car sharingEuropcar investe nel peer-to-peer con SnappCar

 

Il gruppo Europcar, attraverso il proprio laboratorio dedicato all’innovazione, ha acquisito il 20% di SnappCar, società specializzata nel noleggio auto peer-to-peer, da utente a utente, ampliando così la propria offerte di soluzioni per la mobilità.

Business in espansione. "Siamo lieti di aver acquisito una quota del capitale di SnappCar. Il laboratorio ha investito in questa società dal grande potenziale di crescita, permettendoci di arricchire l’offerta di mobilità e di individuare nuovi clienti”, ha commentato Sheila Struyck, managing director della business unit new mobility e Europcar Lab Lord. “Vediamo una grande opportunità nel supportare questa azienda e nell’accelerare lo sviluppo del car sharing tramite la sua piattaforma peer-to-peer in tutta Europa". Attraverso quest'impegno economico, il gruppo francese, con presenza globale, va a unirsi a un fondo di cui fanno parte l’AutoBinck group e lo Startup studio founders. L’importo complessivo dell’investimento ammonta a 10 milioni di euro.

Obiettivo ambizioso. Fondata nel 2011 in Olanda, SnappCar, attualmente disponibile nei Paesi Bassi, in Danimarca e in Svezia, rappresenta la seconda più grande realtà di car sharing peer-to-peer in Europa: attraverso la piattaforma dedicata, 250 mila utenti possono usufruire di oltre 30 mila vetture. Il principale obiettivo che si prefigge è quello di riuscire a diminuire di 5 milioni il numero di auto di proprietà entro il 2022.

Redazione online