Sei in: Home > Eco > Mobilità alternativa > La culla della connettività di domani

Skoda DigiLabLa culla della connettività di domani

 

Integrazione sì, appiattimento no: anche all'interno di un gruppo interconnesso come Volkswagen, i marchi mantengono i propri spazi di manovra e creatività. Sviluppando progetti e soluzioni che, un domani, potrebbero divetare patrimonio dell'intera azienda. È quello che accade allo Skoda DigiLab, un think tank recentemente inaugurato a Praga, dove una trentina di giovani lavora su servizi di mobilità e soluzioni di connettività innovative, e si interfaccia con numerose start up internazionali attive sul fronte dei trasporti nelle smart cities.

Campo base dell'innovazione. "La nostra attività non si esaurisce nei 500 mq di questo ufficio", afferma Jarmila Placha, la responsabile del team. "Qui c'è solo il nostro campo base, ma ci potreste trovare ugualmente a un festival dell'innovazione a Vienna, a Helsinki, o in Israele, a lavorare fianco a fianco con qualche giovane azienda dalle idee promettenti".

Digitalizzazione, dentro e fuori. La digitalizzazione, in effetti, è uno dei pilastri della 2025 Strategy del marchio ceco, e non soltanto nel senso dei servizi e dei prodotti per i clienti, ma anche in quello dell'organizzazione interna, della formazione del personale e dei modelli di business: l'industria 4.0 è già presente nel vocabolario della Casa, con tutto quanto ne consegue in termini di efficienze, produttività e liberazione di risorse per investire nei progetti più innovativi.

La comunicazione Car2X. Uno dei fronti su cui il DigiLab è già particolarmente attivo sono i protocolli di comunicazione Car2X, che permetteranno sempre di più in futuro lo scambio di dati sensibili tra veicoli o il controllo da remoto di altri dispositivi, come gli elettrodomestici connessi di una smart home. D'altro canto, la comunicazione assumerà una crescente importanza anche nella direzione del guidatore e dei passeggeri.

Alexa e aggiornamenti over-the-air. Uno degli sviluppi più interessanti per il sistema Skoda Connect, in effetti, sarà l'integrazione di Alexa, l'assistente vocale di Amazon, per assecondare le richieste di chi è al volante. Gli sviluppi software, insomma, saranno sempre più al centro dell'equazione: anche perché al DigiLab si lavora per inviarli over-the-air ai veicoli in circolazione: "Sarà così che separeremo definitivamente il ciclo vita dell'hardware da quello dei programmi che lo fanno funzionare", conclude Kai Scheffs, connectivity specialist del marchio.