Sei in: Home > Business > Noleggio a lungo termine > Così le dotazioni smart aiutano a gestire i parchi auto

Osservatorio Arval
Così le dotazioni smart aiutano a gestire i parchi auto

 

L’assistenza durante i parcheggi, il monitoraggio del livello di stanchezza di chi guida o delle manutenzioni necessarie. La tecnologia a bordo sta diventando un elemento imprescindibile, tanto che le auto intelligenti sono ormai una realtà anche nel mondo delle flotte aziendali. E una conferma arriva dai numeri: oggi in Italia nel 63% dei parchi auto delle aziende c’è almeno una vettura smart. A dirlo è l’ultimo Corporate Vehichle Observatory realizzato da Arval Italia in collaborazione con Econometrica, secondo cui i fleet manager stanno sposando la tecnologia per aumentare, soprattutto grazie ai dispositivi di guida intelligenti, la sicurezza dei driver ma anche per incrementare l’efficienza della flotta.

Si riducono i costi. Secondo il 73% dei gestori flotte, riporta l’Osservatorio Arval, proprio la tecnologia a bordo ha contribuito a ridurre il Total cost of ownership (Tco) delle vetture. “La multimedialità e l’assistenza alla guida, infatti, generano un miglioramento dei comportamenti alla guida e una maggiore sicurezza e, come conseguenza ulteriore, un'ottimizzazione dei costi di gestione dell’intera flotta”, sottolinea Alessandro Torchio, head of consulting & CVO di Arval Italia.

Sicurezza, ma non solo. Non tutta la tecnologia però è la stessa: i dispositivi di guida intelligente considerati più utili dai fleet manager sono soprattutto quelli per il rilevamento della stanchezza del guidatore (nell’83% dei casi), per la frenata automatica in caso di emergenza (83%), per il mantenimento della distanza di sicurezza dal veicolo che precede (’82%), ma anche per la segnalazione della presenza di veicoli nell’angolo cieco del guidatore (79%) e per la chiamata automatica in caso di emergenza (79%). A questo si aggiunge tutto l’universo delle applicazioni mobili che sono già una realtà a bordo di molte auto e che aiutano a gestire la quotidianità della macchina. Oggi sono numerose le applicazioni dedicate proprio ai gestire delle flotte e agli utilizzatori di vetture aziendali capaci, fra le alte cose, di abilitare una serie di funzionalità per le quali prima era necessaria l’interazione con i call center della società di noleggio.

Claudia La Via