DR dr1PICCOLA IN CERCA DI SPAZIO

DR dr1 PICCOLA IN CERCA DI SPAZIO DR dr1 PICCOLA IN CERCA DI SPAZIO DR dr1 PICCOLA IN CERCA DI SPAZIO
 

È stata ufficialmente presentata alla stampa la nuova dr1, l'ambiziosa citycar della DR Motor di Isernia. L'azienda molisana, già nota al pubblico per aver messo in vendita la Suv dr5 nei centri commerciali del gruppo Finiper, punta stavolta al ricco (in termini di numeri) mercato delle piccole da città.

La dr1 è un'accattivante due volumi a cinque porte di 3,56 metri e con un passo di 2,33 metri, che assicura una discreta abitabilità. Adotta un motore 1.3 16V con iniezione multipoint da 83 CV che può essere anche alimentato a Gpl e metano.

La vettura viene prodotta quasi interamente in Cina dalla Chery: dopo un lungo viaggio, giunge finalmente nello stabilimento di Macchia d'Isernia (capacità produttiva di circa 100 unità al giorno) dove viene finita di assemblare e vengono fatte le ultime rifiniture e controlli. Anche l'impianto a gas viene montato qui.

La DR ha scelto di vendere la dr1 in unico allestimento full optional (ci sono persino i sensori di parcheggio) e a un prezzo chiaro: 9.330 euro nella versione a benzina e 11.330 in quella bi-fuel Gpl. Entrambe sono già prenotabili, mentre per la variante a metano bisogna attendere ancora qualche mese. Su "Quattroruote" di gennaio, in uscita a giorni, troverete la nostra prova completa.

Cosimo Murianni

avatar
MarcelloFerroni
18 dicembre 2009 18.02
Finalmente una macchinina simpatica ed originale che lascia il segno.... tuttavia a mio parere questa splendida compatta non nasce dal nulla ma da un lavoro di retroingegneria che parla italiano ed in passato fiat non ha voluto, come la nuova 500. Poi il tracollo daewoo a fatto il resto e quei cinesi interessati agli ingegneri coreani senza lavoro hanno finalmenteconcretizzato una bella utilitaria
avatar
carloandreatta
18 dicembre 2009 18.10
Non è male. Potrebbe essere un'alternativa alle altre in commercio, tanto a livello di utilitaria, la fregatura del blasone è un problema che non esiste, certo che per sbalordire avrei tenuto il prezzo un pò più basso, fisso senza sconti ma un pò più basso, visto che arriva dalle cina.....
avatar
auguplus
18 dicembre 2009 18.19
Curioso,con il primo SUV sul mercato mi ha ricordato le imprese del Magnum Fissore, perlomeno da un punto di vista aziendale e commerciale; ora arriva una utilitaria simile alla Matiz; Evidentemente deve esserci una grande forza d'inerzia dalla Cina ed il fallimento (che non auguro a nessuno!) non sarà così scontato....
Novità su Quattroruote