• player icon La funzione Remote View 3D per la nuova BMW Serie 5
    News
    La funzione Remote View 3D per la nuova BMW Serie 5
  • player icon Nuova Porsche Panamera Turbo: le nostre prime impressioni
    Première
    Nuova Porsche Panamera Turbo: le nostre prime impressioni
  • player icon Ford avrà la guida autonoma nel 2021
    News
    Ford avrà la guida autonoma nel 2021
  • player icon Hyundai i30: il design alla base nuova generazione
    News
    Hyundai i30: il design alla base nuova generazione

Alfa Romeo Giulia QuadrifoglioFaccia a faccia con le rivali

 

La nuova Alfa Romeo Giulia ha già conquistato un importante successo: l'interesse degli appassionati sta facendo parlare di lei ovunque sui principali mezzi di informazione. E le parole di Sergio Marchionne pronunciate ad Arese sulla rinascita del marchio hanno riempito l'orgoglio di tanti alfisti, orfani da anni di un vero modello di riferimento.

Già immaginiamo il testa a testa. Ora che il progetto si è concretizzato ed è stato possibile vedere per la prima volta la nuova berlina, è inevitabile pensare a un confronto con la concorrenza. Il team "Skunk Works" che ha creato la Giulia ha usato benchmark importanti perchè la sfida per il rilancio di Alfa Romeo non può fallire, ma chiaramente lo scontro frontale con i tedeschi e con altri rappresentanti dei segmenti premium è uno dei più difficili.

In attesa delle versioni "normali". Per il momento, l'Alfa Romeo non ha fornito indicazioni sulla gamma della Giulia, limitandosi a presentare la versione sportiva Quadrifoglio, e diffondendo solo una parte dei dettagli tecnici. La data del 24 giugno, a 105 anni dalla nascita del marchio, era troppo importante per non essere celebrata, ma sarà il Salone di Francoforte, in casa della concorrenza, a ospitare il debutto di tutte le versioni della berlina con le motorizzazioni e le varianti che dovranno fare volume. 

L'identikit delle rivali. Per il momento ci limitiamo quindi a immaginare una sfida virtuale tra la Quadrifoglio da 510 CV e le concorrenti dirette, in attesa che siano i cordoli a parlare al posto dei freddi dati tecnici. Le avversarie designate sono la BMW M3, l'Audi RS 4, la Mercedes-AMG C 63 S e l'outsider Cadillac ATS-V, che si farà notare sul mercato americano. Restano fuori, almeno fino a quando non esisteranno modelli di potenza e prestazioni paragonabili, altre avversarie dirette come Jaguar XE e Lexus IS.

Lorenzo Corsani