• player icon Tesla: l'autopilot evita un incidente
    News
    Tesla: l'autopilot evita un incidente
  • player icon Mini ALL4: l'abbiamo guidata in Finlandia
    Première
    Mini ALL4: l'abbiamo guidata in Finlandia
  • player icon Polizia: controlli a tappeto in tutta Italia
    News
    Polizia: controlli a tappeto in tutta Italia
  • player icon Porsche Panamera: un'anteprima della nuova generazione
    News
    Porsche Panamera: un'anteprima della nuova generazione

Mercedes Classe EPiù spaziosa, tecnologica e sarà anche ibrida

 

Dopo le anticipazioni dei giorni scorsi, la Mercedes-Benz ha rilasciato tutte le informazioni relative alla nuova Classe E (W213). La vettura debutta al Salone di Detroit, sfoggiando un design in linea con gli altri modelli della gamma (Classe C ed S), con i quali condivide la piattaforma modulare Mra. Il passo è cresciuto di 65 mm, per un totale di 2,93 metri, mentre la lunghezza raggiunge quota 4,92 metri (+43 mm), offrendo così ancora più spazio a bordo. La sinergia tra stile e sviluppo tecnico ha permesso di raggiungere un CX record di 0,23, fattore fondamentale per l'abbattimento dei consumi e l'ulteriore miglioramento del confort acustico. In particolare è stato sviluppato il nuovo sistema Airpanel Advanced che prevede lamelle regolabili nella mascherina per la gestione attiva del raffreddamento.

Il nuovo 2.0 a gasolio. La gamma europea dei propulsori sarà inizialmente limitata alle versioni a quattro cilindri, abbinate al cambio automatico 9G-Tronic a nove marce: la E200 2.0 turbobenzina eroga 184 CV e 300 Nm di coppia, mentre l'inedita E220d utilizza un propulsore a gasolio di 1.950 cc da 195 CV e 400 Nm. Per il benzina, che secondo la Casa accelera da 0-100 in 7,7 secondi, la media dichiarata è pari a 5,9 l/100 km, con emissioni di CO2 di 132 g/km; più performante sotto tutti i punti di vista il diesel: 7,3 secondi per la 0-100 e una media di 3,9 l/100 km, con 102 g/km di CO2. Il nuovo diesel a quattro cilindri (sigla OM654), è inoltre già predisposto per rientrare nei futuri limiti delle normative RDE: è dotato di turbina singola, di basamento e testa di alluminio, e grazie alla tecnologia Nanoslide riduce gli attriti dei pistoni d'acciaio. Negli Stati Uniti, per inciso, la Classe E sarà inizialmente disponibile con una specifica variante da 245 CV del 2.0 litri turbobenzina, denominata E300.

I V6 e l'ibrida plug-in. In un secondo tempo l'offerta si allargherà con l'introduzione della E350d con il diesel da 258 CV (5,1 l/100 km e 133 g/km), della E400 4Matic a benzina da 333 CV e della E350: quest'ultima offrirà il powertrain plug-in hybrid con motore endotermico 2.0 turbobenzina con una potenza complessiva di 279 CV e un consumo medio di 2,1 l/100 km e 49 g/km di CO2.

I nuovi interni. Gli interni sono caratterizzati dal nuovo design della plancia e dall'utilizzo sui modelli più accessoriati della nuova strumentazione digitale con doppio display da 12,3 pollici che gestisce anche l'infotainment e offre tre ambientazioni personalizzate (Classic, Sport, Progressive): le principali funzioni sono gestite sia tramite gli inediti comandi Touch Control sulle razze del volante sia attraverso il touchpad nella console centrale, ma sono disponibili anche i comandi vocali aggiornati Voicetronic. L'abitacolo offre anche nuovi accostamenti cromatici e di materiali e inediti sedili progettati per il massimo confort: i modelli più accessoriati prevedono anche il riscaldamento dei braccioli laterali. 

I nuovi dispositivi di sicurezza. Come ampiamente anticipato la nuova Mercedes-Benz Classe E porterà al debutto una nuova serie di dispositivi elettronici di sicurezza che rappresentano la massima espressione della tecnologia attualmente offerta dalla Casa della Stella sui modelli di serie. La berlina offrirà di serie il Brake Assist attivo con riconoscimento dei pedoni e l'Attention Assist per il controllo della stanchezza del guidatore, ma sono i sistemi a richiesta a rappresentare il vero valore aggiunto: sotto la denominazione Drive Pilot troviamo infatti le soluzioni che introducono i primi sistemi di guida semi-autonoma. 

La guida semi-autonoma. Attraverso il Distance Pilot Distronic la vettura sarà in grado di mantenere la distanza di sicurezza e seguire un veicolo che precede fino a 210 km/h, mentre lo Steering Pilot (integrato con l'assistenza al cambio di corsia attivo) si occuperà di mantenere l'auto la corsia, anche in presenza di curve moderate, fino a 130 km/h. Il sistema è in grado di lavorare anche in assenza di segnaletica orizzontale e in mezzo ad altri veicoli, risultando quindi particolarmente utile in caso di traffico sostenuto: entro 30 secondi dall'arresto la vettura, infatti, è in grado di ripartire automaticamente evitando così al guidatore gran parte dell'impegno in caso di coda. Adottando anche lo Speed Limit Pilot, si possono impostare i limiti di velocità del percorso con il sistema che adatterà automaticamente l'andatura.

Frenata con assistenza agli incroci. Il pacchetto Drive Pilot migliora anche la funzionalità del Brake Assist, introducendo la funzione di assistenza agli incroci: i sensori di bordo possono rilevare traffico trasversale e frenare automaticamente per evitare urti. Inoltre, quando il sistema verifica che non ci sia possibilità di scarto per una coda ferma è in grado azionare molto prima i freni, evitando così completamente incidenti fino a 100 km/h. In caso di possibilità di scarto, invece, lo sterzo fornisce un input al guidatore per rendere più istintiva la manovra e aggiungendo momenti sterzanti precalcolati, per poter poi rientrare in carreggiata in sicurezza. Altri miglioramenti riguardano l'antisbandamento attivo, ora capace di riconoscere il traffico in senso opposto e di lavorare anche con linee di demarcazione poco visibili e il Blind Spot Assist, che funziona anche alle basse velocità e nel traffico urbano.

Remote Parking Pilot. La nuova Classe E porta al debutto anche il Remote Parking Pilot, un sistema che rende possibile la gestione delle manovre in ingresso e uscita attraverso un'app per smartphone (che funziona anche da vera e propria chiave), e il Car-To-X, ovvero lo scambio di dati tra veicoli, che permette di ricevere in anticipo informazioni sulle condizioni del traffico, su ostacoli sulla carreggiata o di pericoli in aree non ancora visibili sul proprio percorso. La vettura potrà inoltre essere dotata del nuovo impianto Multibeam Led con gruppi ottici anteriori composti da 84 Led capaci di gestire singolarmente il fascio di luce, adattandosi così alle varie condizioni e fornendo funzionalità aggiuntive come la gestione automatica degli abbaglianti e il controllo totalmente elettronico di tutte le regolazioni. Dal punto di vista della sicurezza in caso d'incidente fanno il loro debutto il Pre-Safe Impluse Side, con camere d'aria gonfiabili che aumentano la distanza del corpo dalla portiera in caso d'impatto laterale e il Pre-Safe Sound, uno specifico suono emesso dall'impianto audio che prepara gli occupanti al rumore di un possibile urto. L.Cor.