• player icon Mini John Cooper Works Clubman al Salone di Parigi
    News
    Mini John Cooper Works Clubman al Salone di Parigi
  • player icon Director's cut: Mercedes C63 AMG S
    Première
    Director's cut: Mercedes C63 AMG S
  • player icon Audi A5 Coupé a Parigi 2016
    News
    Audi A5 Coupé a Parigi 2016
  • player icon Hyundai Ioniq: l'ibrida coreana al Salone di Parigi
    News
    Hyundai Ioniq: l'ibrida coreana al Salone di Parigi

Sei in: Home > Auto > Novità > L'erede della DB9 scopre nuovi dettagli

Aston Martin DB11L'erede della DB9 scopre nuovi dettagli

 

Proseguono i collaudi della Aston Martin DB11, la coupé erede della DB9 che porterà al debutto l'inedito V12 5.2 biturbo del quale ancora non sono noti i valori di potenza e coppia. Non è la prima volta che pubblichiamo foto spia di questa supercar ma le immagini odierne sono decisamente interessanti per i dettagli che svelano.

Interni con i componenti Mercedes-Benz. Aston Martin e Mercedes-Benz hanno stretto un accordo di collaborazione che spazia dalla fornitura dei nuovi propulsori V8 biturbo AMG alle componenti elettroniche: la DB11 con il suo V12 ha voluto mantenere una propria identità, ma le foto spia degli interni confermano senza mezze misure il travaso di tecnologia dalla Germania. Volante, display della strumentazione e persino i comandi del sistema d'infotainment sono un mix della recentente produzione Mercedes. Questo non significa che la nuova Astonabbia perso la sua esclusività; semplicemente, trattandosi di un muletto è altamente probabile che questi elementi siano stati ridisegnati dagli esperti di Gaydon per il modello di serie, mentre sotto pelle la Casa della Stella avrà un ruolo fondamentale. Sulla plancia, per il momento, sono rimasti anche i comandi a pulsante della trasmissione, altro dettaglio che potrebbe essere rivisto sulla versione definitiva.

Design innovativo. Tornando a osservare la DB11 dall'esterno, le forme sono quelle già viste nelle foto già scattate recentemente ai prototipi: la linea è indubbiamente legata agli altri modelli Aston Martin con tanti piccoli nuovi dettagli evoluti. È il caso dei gruppi ottici anteriori, dell'andamento del montante posteriore, degli specchietti retrovisori, del profilo aerodinamico attivo posteriore e del taglio di prese e sfoghi d'aria: le citazioni alla One-77 e alla DB10 di James Bond sono evidenti, ma la DB11 punta a proporre un suo stile inedito nel solco della tradizione.

Redazione online