Sei in: Home > Auto > Novità > A Ginevra i restyling di Giulietta e MiTo - VIDEO

Alfa RomeoA Ginevra i restyling di Giulietta e MiTo - VIDEO

 

Accanto alla gamma completa della Giulia, al Salone di Ginevra l'Alfa Romeo presenta anche i restyling della Giulietta e della MiTo. Gli aggiornamenti stilistici delle due vetture sono stati concepiti per uniformare il loro design con quello della nuova berlina, lavorando soprattutto sul paraurti, sui nuovi loghi e sulle griglie frontali.

Il restyling della Giulietta. La Giulietta, già presentata nei giorni scorsi, sarà offerta negli allestimenti base, Business, Super e Veloce. La gamma dei motori è la stessa del modello uscente e include il 1.4 turbobenzina da 120 CV, il 1.4 Multiair da 150 e 170 CV, il 1.750 Turbo da 240 CV, la bifuel Gpl Turbo 1.4 da 120 CV e i diesel 1.6 e 2.0 JTDm da, rispettivamente, 120 (il 1.600), 150 e 175 CV. La novità tecnica più rilevante è quella relativa all'abbinamento tra il 1.6 da 120 CV e 320 Nm e il doppia frizione TCT con differenziale Q2, modello per il quale al lancio, che avverrà in occasione del primo Porte aperte italiano in calendario il 12 e 13 marzo, è previsto uno sconto. Le prestazioni dichiarate parlano di 195 km/h e di 10,2 secondi per toccare i 100 km/h da fermo, a fronte di un consumo medio di 3,9 l/100 km e 103 g/km di CO2.

I pack e gli accessori. Il look della Giulietta Veloce, modello a cui è riservato il 1.750 turbo da 240 CV con cambio TCT, potrà essere ripreso anche sulle altre motorizzazioni scegliendo il Pack Veloce che include i filetti rossi integrati nei paraurti sportivi. Al di là delle nuove finiture interne, l'abitacolo si fa notare per la presenza su alcuni modelli del sistema UConnect aggiornato con Live Services, che permette la compatibilità con i sistemi Apple e Adroid e l'accesso a Facebook, Twitter, Deezer, Tuneit, alle informazioni fornite dalle Reuters e da TomTom e alle applicazioni eco:Drive e my:Car. Il display da 6,5 pollici può essere utilizzato anche per consultare i dati dell'Alfa Performance, un'applicazione che fornisce dati sulle prestazioni e sulle statistiche di guida della vettura, che possono essere inviati al proprio smartphone.

Il restyling della MiTo. La versione aggiornata della Mito sarà disponibile nelle concessionarie italiane a partire dal mese di giugno. Si distingue dal modello uscente per il nuovo frontale e, seguendo la strategia della Giulietta, la nuova gamma di allestimenti: Mito, Mito Super e Mito Veloce, con i pack Veloce e Lusso a completare le opzioni. Sono disponibili nuove tinte per la carrozzeria, otto varianti per i cerchi di lega e debutta il 1.3 Multijet da 95 CV, che promette una velocità massima di 180 km/h e 12,5 secondi per toccare i 100 km/h da fermo. La gamma include anche i benzina 1.4 da 78 CV, 0.9 Turbo TwinAir da 105 CV, 1.4 GPL Turbo da 120 CV e i 1.4 Multiair turbobenzina da 140 e 170 CV, quest'ultimi disponibili solo in abbinamento al doppia frizione TCT.

La gamma e gli accessori. Su alcune versioni è presente il sistema d'infotainment aggiornato UConnect con schermo da 5 pollici, completo di Bluetooth, Usb, aux-in e comandi vocali, mentre in opzione troviamo la radio digitale Dab e il pacchetto Live Services analogo a quello della Giulietta. La versione d'ingresso della MiTo è riconoscibile per le cornici fari brunite, le maniglie satinate, i rivestimenti interni di tessuto nero, il climatizzatore manuale e il selettore DNA. La MiTo Super aggiunge i cerchi di lega da 16", le calotte degli specchietti satinate, il cruise control, il sistema d'infotainment UConnect e i rivestimenti di tessuto grigio antracite ed ecopelle nera. La versione Veloce, infine, adotta i cerchi di  lega da 17", l'assetto sportivo, il doppio terminale di scarico con estrattore dedicato, l'impianto frenante Brembo, i fari anteriori carbon look, il volante sportivo e i sedili di tessuto e Alcantara con cuciture rosse, sostituibili, a richiesta, con i Sabelt sportivi di Alcantara con guscio di carbonio.

Lorenzo Corsani