• player icon Tesla: l'autopilot evita un incidente
    News
    Tesla: l'autopilot evita un incidente
  • player icon Mini ALL4: l'abbiamo guidata in Finlandia
    Première
    Mini ALL4: l'abbiamo guidata in Finlandia
  • player icon Polizia: controlli a tappeto in tutta Italia
    News
    Polizia: controlli a tappeto in tutta Italia
  • player icon Porsche Panamera: un'anteprima della nuova generazione
    News
    Porsche Panamera: un'anteprima della nuova generazione

Spyker C8 PreliatorLa supercar della rinascita debutta a Ginevra

 

Dopo una bancarotta controllata serve un combattente, anzi un guerriero. Ed è per questo che Spyker è tornata al latino con la nuova C8 Preliator (da "proeliator"), presentata in anteprima mondiale al Salone di Ginevra: una supercar artigianale con cui Victor Muller vuole tornare in pista.

Un "caccia" per la rinascita. Il design della Preliator, derivata dalla C8 Aileron (lanciata proprio a Ginevra nel 2009) è un omaggio al passato aeronautico dell'azienda olandese, già finita in bancarotta nel 1929 e rifondata nel 2000. Costruita nella nuova fabbrica di Coventry, la terza generazione della Spyker è lunga 4,63 metri, larga 1,95 e alta 1,20, mentre il peso è di 1.390 kg. La vettura si basa su una piattaforma space frame in alluminio più rigida della Aileron (circa il 10% in più) e si presenta con molteplici richiami ai caccia che l'azienda produsse durante la prima guerra mondiale. Sulla Preliator si apprezzano le prese d'aria "sommerse" Naca, il tettuccio in vetro è rivestito in oro riflettente, la griglia frontale a nido d'ape divisa in due (come sulla concept B6 Venator). Il richiamo all'aviazione ritorna nel disegno dei fari posteriori a Led, mentre la luce dello stop è integrata nello spoiler posteriore. I cerchi Turbofan sono da 19".

Le caratteristiche tecniche. Sotto il cofano, la C8 Preliator impiega un V8 da 4.2 litri Audi da 525 CV e 600 Nm di coppia massima (raggiunta a a 3500 giri al minuto), abbinato a due diversi cambi: un Getrag manuale a sei marce o uno ZF Tiptronic automatico, sempre a sei velocità. Il propulsore è in grado di spingere la supercar da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi fino a una velocità massima di 322 orari. Le sospensioni a doppio braccio oscillante con barre stabilizzatrici sono della Lotus, mentre per l'impianto frenante (con ABS e distribuzione elettronica) la scelta è ricaduta sulla AP Racing: i dischi da 350 e 332 mm hanno pinze a quattro pistoncini.

Gli interni. L'ispirazione aeronautica ritorna ancora più prepotentemente negli interni della Preliator, disegnati come quelli di un caccia d'altri tempi: la plancia alterna l'alluminio con i rivestimenti in pelle e la stessa leva del cambio ha un design inequivocabile. Di serie, la supercar offre un impianto audio con radio digitale, l'interfaccia Bluetooth compatibile con l'iPhone e un head-up display con il sistema di navigazione. A richiesta, sono ovviamente disponibili soluzioni personalizzate e finiture speciali.

Serie limitata. La C8 Preliator sarà prodotta in soli 50 esemplari numerati: il prezzo base è di 324.900 tasse escluse, ai quali vanno aggiunti i costi delle modifiche tailor made. Per la versione con cambio automatico, si sale a 330.990 euro.

Redazione online