• player icon L'Alpine fa sentire il rombo
    News
    L'Alpine fa sentire il rombo
  • player icon Skoda Kodiaq: in anteprima alla guida della Suv ceca
    Première
    Skoda Kodiaq: in anteprima alla guida della Suv ceca
  • player icon Un Tir effettua inversione in autostrada
    News
    Un Tir effettua inversione in autostrada
  • player icon Paolo Andreucci: evoluzioni in pista Vairano
    News
    Paolo Andreucci: evoluzioni in pista Vairano

Chevrolet Camaro ZL1A New York con un V8 da 640 CV

 

Torna la regina delle Camaro: al Salone di New York (25 marzo-3 aprile) debutta la Chevrolet Camaro ZL1, basata sulla nuova generazione della due porte americana. Sotto al cofano troviamo lo stesso V8 LT4 di 6.2 litri con compressore volumetrico della Corvette Z06, in una versione da 640 CV e 868 Nm di coppia.

Automatico a 10 marce. Facendo due rapidi calcoli il confronto con la precedente ZL1 è impietoso (anche se per il momento non sono stati diffusi i dati prestazionali): a fronte di una riduzione del peso di oltre 90 kg, grazie agli interventi sul telaio e sulle sospensioni comuni a tutte le versioni, il V8 ha guadagnato ben 60 CV. Un'ulteriore novità è legata alla trasmissione: al cambio manuale a sei marce potrà infatti essere preferito l'inedito automatico a 10 rapporti, che sarà presto adottata da altri modelli della GM.

Assetto ed elettronica di ultima generazione. La Chevrolet Camaro ZL1 è dotata di una versione aggiornata delle sospensioni Magnetic Ride, del differenziale autobloccante a controllo elettronico con Performance Traction Management, del Drive Mode Selector e di un inedito Launch Control. L'impianto frenante Brembo prevede pinze anteriori a sei pistoncini e posteriori a quattro pistoncini. Di serie sono previsti cerchi di lega forgiati da 20" con pneumatici Goodyear Eagle F1 Supercar nelle misure da 285/30 anteriori e da 305/30 posteriori: le mescole sono state sviluppate appositamente per questo modello.

L'evoluzione aerodinamica. Aerodinamica e la gestione dei flussi sono state totalmente riviste in funzione delle prestazioni e della guida in circuito. Oltre ai nuovi paraurti con prese d'aria maggiorate si fa subito notare il cofano motore dotato di un inserto in fibra di carbonio e di un grande sfogo d'aria. Sono inedite anche le minigonne, lo splitter anteriore, l'alettone fisso posteriore e l'estrattore che integra i quattro terminali di scarico, ma anche i parafanghi sono stati modificati per allargare le carreggiate e ospitare i pneumatici sportivi. Nel comunicato stampa non manca una frecciatina alla concorrenza: la ZL1 non offrirà un Track Package perché di serie è già dotata tutti gli accessori per ottenere il massimo delle prestazioni tra i cordoli, incluso l'impianto di raffreddamento con ben undici scambiatori dedicati alle parti fondamentali della meccanica.

Redazione online