• player icon Ford avrà la guida autonoma nel 2021
    News
    Ford avrà la guida autonoma nel 2021
  • player icon Dietro le quinte del mondiale WRC
    Première
    Dietro le quinte del mondiale WRC
  • player icon Hyundai i30: il design alla base nuova generazione
    News
    Hyundai i30: il design alla base nuova generazione
  • player icon Il sound dell'Aston Martin DB11
    News
    Il sound dell'Aston Martin DB11

Toyota Prius PrimeA New York la nuova generazione ibrida plug-in

 

Prius Prime, ovvero la Prius "tecnologicamente più avanzata": al Salone di New York, la Casa giapponese si presenta con un'ibrida plug-in dai consumi particolarmente contenuti e un'autonomia in modalità elettrica di 50 km.

Aerodinamica avanzata. La Prime adotta la piattaforma TNGA (Toyota New Global Architecture): rispetto alla generazione precedente, la vettura è più lunga di 165 mm, più larga di 15 e più bassa di 20. La carrozzeria è stata appositamente studiata per portare il Cx a 0,24, secondo Toyota uno dei valori "più bassi tra le berline di serie": tra le soluzioni adottate per ridurre la resistenza, la plug-in sfrutta una griglia frontale con prese d'aria a controllo elettronico, in grado di bloccare il flusso quando non è necessario raffreddare il radiatore. Rispetto alla quarta generazione della Prius, la Prime adotta soluzioni differenti per i fari anteriori e posteriori, tutti dotati di Led a consumo ridotto. Per quanto riguarda i materiali, la Prime adotta l'alluminio per il cofano, la fibra di carbonio per il portellone posteriore e acciaio ad elevata elasticità nella scocca.

Powertrain e autonomia. Come la nuova Prius, anche la Prime adotta il powertrain Toyota Hybrid Synergy Drive e la versione aggiornata del 1.8 benzina VVT-i a ciclo Atkinson, in grado di garantire un'efficienza termica del 40%. Nella plug-in, il propulsore è abbinato a una batteria agli ioni di litio da 8.8 kWh, ricaricabile alla "spina" in 5,5 ore con un connettore domestico standard o in circa 2,3 ore in Mode 2 (Mennekes) con'uscita a 230 V. Secondo le stime della Toyota, la Prime può percorrere più di 600 miglia (oltre 965 km) con un pieno di benzina (il serbatoio contiene 42,8 litri) e una carica completa della batteria. In modalità ibrida, la Prime è in grado di determinare automaticamente la propulsione più adatta, ricorrendo all'endotermico o al motore elettrico a seconda delle situazioni. In modalità 100% batteria (fino a 135 km/h), la Prime vanta invece un'autonomia di 50 km, il doppio rispetto al modello precedente. Da notare l'inedita presenza del sistema di ricarica solare sul tetto (con accumulatore dedicato) e della climatizzazione con pompa di calore attiva in modalità elettrica. Per la Prime, la Casa dichiara un consumo medio di 1,4 l/100 km, con emissioni di CO2 pari a 32 g/km.

Tecnologia per gli interni. Nell'abitacolo, la Prime adotta delle soluzioni esclusive: tra queste, il grande schermo tablet da 11.6" in alta definizione e l'head-up display a colori. Per la strumentazione, collocata al centro della plancia come tutte le Prius, l'ibrida plug-in adotta uno schermo TFT da 4.2" con display configurabili a piacimento. Sul fronte infotainment, non mancano una suite di app dedicate, i comandi vocali, la compatibilità con l'iPod via Usb 2.0 e, nel caso di utenti iPhone, l'assistente Siri Eyes Free.

Telecamere e radar. Per la sicurezza, la Prime adotta il pacchetto Toyota Safety Sense P, dotato di telecamera e radar a onde millimetriche: tra le funzioni avanzate spiccano il Pre-Collision system con il rilevamento dei pedoni, il Road Sign Assist (per il riconoscimento della segnaletica stradale), il Lane Departure Alert (l'avviso di superamento corsia con assistenza allo sterzo), gli abbaglianti automatici e il Dynamic Radar Cruise Control. Infine, sulla Prime è disponibile l'Intelligent Parking Assist, grazie al quale l'auto può sterzare da sola per parcheggiarsi in parallelo o perpendicolarmente. Secondo quanto dichiarato da Toyota, la Prime sbarcherà negli showroom di 50 Paesi entro la fine dell'anno. D.C.