Sei in: Home > Auto > Novità > La serie speciale AMR ora è anche stradale

Aston Martin VantageLa serie speciale AMR ora è anche stradale

 

Dopo il debutto al Salone di Ginevra, l'Aston Martin torna a parlare delle serie speciali della Aston Martin Racing presentando la Vantage AMR. Se all'evento svizzero era stata esposta la AMR Pro Concept, dedicata all'uso in pista, la AMR è invece l'apice della guida su strada e sarà offerta con carrozzeria coupé e roadster. Le consegne saranno avviate entro la fine del 2017 e le prenotazioni sono già aperte, con un prezzo di riferimento per il mercato tedesco a partire da 126.995 euro.

V8 e V12 con l'opzione del cambio manuale. I clienti potranno scegliere la Vantage AMR nelle varianti aspirate V8 4.7 430 CV e V12 6.0 da 600 CV, entrambe abbinabili al cambio manuale o all'automatico con paddle al volante. Per i puristi, il manuale è la scelta obbligata ed è diversificato in base al propulsore: sei marce per il V8, sette per il V12.

2017-Aston-Martin-Vantage-AMR-15

Cinque livree esclusive, incluso l'Halo Pack. La Vantage AMR si distingue anche per l'estetica esclusiva, declinata in quattro livree specifiche: Stratus White con grafiche Orange, Ultramarine Black con dettagli Blue, Zaffre Blue con grafiche Red e Scintilla Silver con dettagli Grey. Ogni variante offre finiture interne coordinate di pelle e Alcantara, con cuciture a contrasto. Come ulteriore opzione è previsto infine l'Halo Pack, che riprende la livrea della Vantage GTE numero 95 vincitrice del WEC nel 2016. In questo caso la verniciatura Stirling Green è abbinata alle grafiche Lime Green, con la chicca della Union Jack nel logo frontale Aston Martin.

Gli optional al gusto di carbonio. La Casa di Gaydon ha previsto anche una nutrita serie di accessori per personalizzare ulteriormente la vettura. La fibra di carbonio è uno degli elementi principali: in questo materiale sono costruiti per esempio i sedili sportivi, ma anche la griglia frontale, le minigonne, gli sfoghi d'aria laterali, le calotte degli specchietti, parte dei pannelli porta e la copertura della strumentazione. A listino c'è anche lo specifico AMR Aero Kit con appendici aggiuntive di carbonio, abbinabile anche ai cerchi di lega forgiati che riprendono il design della versione AMR Pro. Per ridurre la massa totale ed esaltare la voce dei propulsori è infine possibile installare l'impianto di scarico di titanio, con un peso inferiore di 14 kg rispetto all'unità di serie.

Lorenzo Corsani