Sei in: Home > Auto > Novità > Limited edition a trazione posteriore - VIDEO

Audi R8 RWSLimited edition a trazione posteriore - VIDEO

 

L'Audi non aveva mai costruito un modello a trazione posteriore e ha deciso di fare il grande passo in occasione del Salone di Francofortepresentando la R8 RWS. La biposto sarà prodotta in serie limitata e porterà su strada lo schema tecnico della R8 LMS da competizione. La R8 RWS (acronimo di Rear Wheel Series) sarà costruita in 999 esemplari e in Germania sarà proposta a prezzi inferiori rispetto alle analoghe varianti quattro: 140.000 euro per la versione coupé e 153.000 per la spyder.

V10 da 540 CV e 320 km/h. Questa Audi R8 dedicata ai puristi della guida rimane fedele alla motorizzazione V10 5.2 aspirata e al cambio S tronic. In questo caso si tratta della variante da 540 CV e 540 Nm, che consente di toccare i 100 km/h da fermo in 3,7 secondi (3,8 per la spyder) e di raggiungere i 320 km/h (318 per la spyder). La massa totale è ridotta di 50 kg rispetto ai modelli quattro: la coupé scende quindi a 1.590 kg, mentre la spyder si ferma a 1.680 kg. Lo schema a trazione posteriore ha modificato anche la distribuzione dei pesi, che gravano ora sulla coupé per il 40,6% sull'anteriore e per il 59,4% sul posteriore: di conseguenza anche la taratura dei sistemi di controllo di trazione e stabilità è stata rivista, con la modalità Dynamic dell'Audi Drive Select che attraverso l'Esc Sport consente anche di provare l'ebbrezza del drift prima di intervenire. 

2017-Audi-R8-4

La livrea della R8 LMS GT4. La serie speciale R8 RWS è caratterizzata dai cerchi di lega da 19" con finitura nera e dalle griglie nero opaco. La coupé adotta inoltre i side blade bicolore (con quello superiore nero e quello inferiore in tinta carrozzeria) e può essere dotata in opzione della grafica rossa su cofano e tetto che riprende la livrea della R8 LMS GT4. Gli interni propongono invece i sedili sportivi rivestiti di pelle e Alcantara, con quelli monoscocca proposti in opzione. Tutte le auto sono caratterizzate infine da una placca commemorativa sulla plancia siglata "1 of 999".