Sei in: Home > Auto > Novità > La Portofino e le altre, le Rosse a Francoforte - LIVE

FerrariLa Portofino e le altre, le Rosse a Francoforte - LIVE

 

A poche ore dalla conclusione dei festeggiamenti per i 70 anni a Maranello, la Ferrari presenta al Salone di Francoforte la nuova Portofino. Si tratta dell'erede della California T, completamente riprogettata e disegnata secondo canoni evoluti e pensata come "entry level" della gamma, almeno fino a quando non si concretizzeranno i progetti per la Dino di cui vi abbiamo dato conto nelle scorse ore.

Lo stile in funzione dell'efficienza. Posizionata a quota 196.000 euro di listino, la Ferrari Portofino mantiene l'impostazione 2+2 con tetto metallico ripiegabile, trovando però nel nuovo design "fastback" un modo per mascherare il volume posteriore aumentando allo stesso tempo lo spazio per i bagagli (292 litri). Il Centro stile di Maranello ha lavorato principalmente sull'efficienza aerodinamica e sulla riduzione della resistenza all'aria, raggiungendo un Cx di 0,31 (- 6%). Nel frontale sono stati inseriti gruppi ottici di nuova concezione con canali aerodinamici integrati sul bordo esterno, mentre tutto l'insieme rinuncia ad appendici vistose sfruttando maggiormente i flussi del sottoscocca.

Più spazio e più confort nell'abitacolo. Gli interni riflettono l'impostazione delle Ferrari più recenti, aumentando lo spazio a disposizione e introducendo il nuovo volante multifunzione, il display multitouch da 10,25 pollici dell'infotainment e quello aggiuntivo dedicato al passeggero. I sedili sono inediti e dotati di anima in magnesio e imbottiture a densità differenziata, mentre in opzione è disponibile un modello con 18 regolazioni elettriche, anche attraverso il display centrale. Sempre in tema di confort, il tetto rigido ripiegabile (14 secondi, anche in movimento) è abbinato a un nuovo wind deflector che riduce del 30% il flusso d'aria, mentre il climatizzatore ha visto aumentare la portata del 20% riducendo allo stesso tempo la rumorosità di 8 db.

3C1_1015 Copyright 2013 by stefan baldauf - sb-medien

Piattaforma alleggerita, handling ancora più esaltante. La nuova piattaforma ha permesso di ridurre di 80 kg la massa totale (1.545 kg a secco), aumentando del 35% la rigidità torsionale, elemento che insieme all'evoluzione dell'assetto ha permesso di offrire una dinamica ancora più sportiva e una guida ancora più precisa. La Ferrari ha deciso di introdurre anche sulla Portofino il servosterzo elettrico, appena introdotto sulla 812 Superfast; inoltre sono stati adottati il differenziale elettronico E-Diff3, l'Esp 9.1 e le sospensioni a controllo elettronico SCM-E ulteriormente evolute. L'impianto frenante carboceramico con dischi da 390 mm anteriori e 360 mm posteriori permette di fermare la vettura da 100 km/h in 34 metri, mentre i cerchi di lega da 20" adottano pneumatici 245/35 e 285/35.

Il V8 biturbo da 600 CV. Il propulsore è un'evoluzione del noto V8 3.9 biturbo, che sulla Portofino raggiunge i 600 CV a 7.500 giri e 760 Nm, con il Variable Boost Management, che modifica l'erogazione della coppia in base al rapporto inserito e azzera il ritardo di risposta. Oltre a elementi specifici per pistoni, bielle, aspirazione ed elettronica, l'impianto di scarico adotta per la prima volta le valvole bypass a gestione elettrica, capaci di gestire con maggiore rapidità e accuratezza le varie modalità di funzionamento, esaltando così la sonorità del propulsore. Con queste credenziali e con il cambio doppia frizione a sette marce, la Portofino raggiunge i 100 km/h da fermo in 3,5 secondi, i 200 km/h in 10,8 secondi e oltre 320 km/h di punta massima. Trattandosi per molti clienti della Ferrari "quotidiana", non sono da sottovalutare neanche i dati relativi ai consumi: la Portofino dichiara una media di 10,7 l/100 km e 245 g/km di CO2, offrendo così una buona autonomia con il serbatoio da 80 litri.

Le altre Ferrari esposte a Francoforte. A Francoforte la Portofino è stata esposta in due differenti esemplari: una nella inedita tinta Rosso Portofino e una in Grigio Alluminio Opaco. Accanto alla novità assoluta, sono stati presentati anche gli altri modelli del Cavallino: la GTC4Lusso nel colore Blu America, la 812 Superfast nel Grigio Tristrato del programma Tailor Made, la 488 GTB nella tinta Rosso Formula 1 e la 488 Spider realizzata dal reparto Tailor Made con livrea ispirata alla Ferrari 500 Mondial Spider Pininfarina del 1954 di Porfirio Rubirosa.