Sei in: Home > Auto > Novità > Dalla Corea con grinta - VIDEO

Kia StonicDalla Corea con grinta - VIDEO

 

Fino a oggi impegnata con modelli di dimensioni maggiori, con il lancio ufficiale della Stonic al Salone di Francofortela Kia si è inserita nel sempre più affollato segmento delle Suv compatte. Si tratta di un progetto condiviso con la cugina Hyundai, che propone la Kona, dalla quale differisce per le linee decisamente meno convenzionali. 

Voglia di personalizzazione. Della concept decisamente grintosa mostrata nel recente passato, la Stonic mantiene buona parte dello stile, solo in parte ammorbidito per il passaggio alla produzione di serie. L’impostazione estetica è dominata dai profili di plastica nera che sottolineano i contorni di paraurti e passaruota, e non manca il Tiger Nose, che ormai fa parte del family feeling delle Kia dell’ultima generazione. Gli ingombri sono quelli tipici del segmento, ma l’abitabilità, le dotazioni e la capacità di carico vanno oltre i limiti della categoria. Si parte da una capacità di carico di almeno 352 litri quando viaggiano cinque persone a bordo, in un abitacolo che assicura le stesse possibilità di personalizzazione della carrozzeria. Già in fase di lancio sono disponibili 20 tinte diverse, che possono essere combinate con cinque colori per il tetto.  

2017-Kia-Stonic-14

Obiettivo connessione. La Stonic è predisposta per la connessione con gli standard Android Auto e Apple CarPlay, gestibili attraverso lo schermo touch da 7 pollici dotato di sistemi Bluethooth e Mirroring con riconoscimento vocale e il collegamento ai Kia Connected Services per disporre di informazioni in tempo reale sulle condizioni del traffico. La crossover compatta eredita anche dalle altre Kia una lunga lista di sistemi per la sicurezza, come il Lane Departure Warning System o l'Autonomous Emergency Breaking in grado di distinguere i pedoni.

Solo motori collaudati. Nella prima fase di commercializzazione la Stonic sarà proposta soltanto negli allestimenti con trazione anteriore, e tre possibili scelte in tema di motori. Due di questi sono a benzina, vale a dire il tre cilindri 1.0 T-GDI da 120 CV e il 1.4 MPi aspirato da 100 CV, mentre c’è un unico quattro cilindri alimentato a gasolio, il noto e affidabile 1.6 CRDi da 110 CV, accreditato di consumi particolarmente contenuti. Come per tutte le vetture già in listino, la Casa coreana proporrà anche per questa compatta l’apprezzata formula della garanzia di sette anni o 150.000 km, la più estesa del mercato.