Audi A7 piloted drivingLa concept autonoma viaggia da sola dalla California a Las Vegas

 

Guarda il video su QuattroruoteTV

Dalla Silicon Valley a Las Vegas per l'appuntamento del CES 2015, quasi 900 chilometri di highway percorsi senza input da parte del conducente: è il viaggio fatto ieri da "Jack", nome di battesimo della nuova Audi A7 piloted driving concept, ultimo ritrovato della tecnologia autonoma made in Ingolstadt a quanto pare già pronta per essere installata a bordo delle auto di serie.

Pilota automatico. Il prototipo, basato sull'A7 Sportback e testato sulle strade pubbliche da alcuni giornalisti, è il frutto della collaborazione tra il Volkswagen Electronics Research Laboratory e la divisione Ricerca e Sviluppo del Gruppo di Wolfsburg. "Jack" è in grado di guidare da sola da 0 a 70 miglia orarie (112 km/h), cambiando corsia ed eseguendo sorpassi, accelerando e frenando in maniera del tutto indipendente, adattando la propria velocità ai veicoli circostanti.

Pioggia di telecamere. Sotto il cofano della concept, già messa alla frusta nel test track degli Arizona Proving Grounds, si trova una dotazione tecnologica imponente, con numerosi dispositivi pronti a supportare l'adaptive cruise control e l'Audi side assist: al lavoro ci sono i sensori radar a lunga distanza anteriori e posteriori, altri due sensori per la visuale laterale e gli scanner laser montati all'interno del Singleframe e del paraurti posteriore, pronti a fornire informazioni su oggetti statici e in movimento. In più, l'A7 Sportback sfrutta una videocamera 3D ad alta risoluzione (già integrata nella nuova Q7 e in grado di riprendere lo spazio davanti alla vettura) e altri quattro "occhi" elettronici per le riprese a corto raggio, anteriori e posteriori. Infine il sistema di navigazione, utilizzato dal veicolo per orientarsi.

Dall'automatico al manuale. Il passaggio dalla guida autonoma a quella manuale, fase molto delicata, è invece segnalato da numerosi segnali audio e video, dai Led collocati alla base del parabrezza fino agli avvisi acustici: se il conducente ignora i messagggi, il prototipo attiva le quattro frecce d'emergenza e si ferma in un punto sicuro della corsia d'emergenza. Insomma, Jack è decisamente  intelligente, ma si troverà presto in buona compagnia: tutte le sue tecnologie, sottolinea Audi, sono infatti già pronte per essere integrate sulle vetture di serie della Casa.

Le altre novità. L'A7 piloted driving concept sarà una delle protagoniste del CES, ma a Las Vegas la Casa dei quattro anelli presenterà anche due anteprime mondiali: la prima è un concept per gli interni della nuova Q7 (pensato in particolare per comandi e display), mentre la seconda è Audi Matrix, tecnologia laser per i fari anteriori. Non mancheranno novità sull'auto connessa e la seconda generazione del sistema infotainment HMI: la conferenza stampa di Ingolstadt è prevista per domani alle 11 del mattino (le 20 in Italia) e sarà trasmessa in diretta su Audi Media TV.

Davide Comunello