Ford al CES 2016
"Triplicheremo le flotte di prototipi a guida autonoma"

 

La Ford ha in serbo una serie d'interessanti novità per il CES (Consumer Electronics Show) di Las Vegas, in calendario dal 6 al 9 gennaio. Dall'implementazione delle flotte di prototipi a guida autonoma all'idea di un nuovo sistema d'integrazione tra droni e veicoli, al nuovo fondo per finanziare la crescita di startup, si tratta di progetti pensati nell’ambito dello Smart Mobility Plan, la strategia dell’Ovale Blu per trasformare l’esperienza di trasporto del futuro, grazie alle tecnologie di connettività, all’analisi degli scenari di mobilità e alle tecnologie "big data". Ma vediamoli nel dettaglio.

Accelerare lo sviluppo. L'obiettivo che la Ford ritiene prioritario, e che sarà avviato nel corso di quest'anno, è quello di triplicare la sua flotta di prototipi a guida autonoma basati sulla Fusion Hybrid (gemella della Mondeo). Un numero così alto di veicoli consentirà di accelerare lo sviluppo di nuovi e più avanzati sensori (Velodyne Solid-State Hybrid Ultra Puck Auto ad alta precisione), di migliorare la capacità dei software di riconoscere un numero sempre maggiore di possibili scenari e di condizioni di guida e, infine, d'implementare i test su strade urbane ed extraurbane come a Mcity (Michigan), una città realizzata appositamente per questa tipologia di prove.

DJI Developer Challenge. Si chiama così la sfida lanciata dalla Ford e dal produttore di droni DJI ai programmatori hi-tech con in palio un premio di 100 mila dollari. Lo scopo è quello di mettere a disposizione dell'Onu droni topografici e da ricognizione da lanciare in zone in stato d'emergenza (colpite, per esempio, da tsunami o terremoti), irraggiungibili anche per i mezzi più versatili. In pratica, tutti i partecipanti sono chiamati a sviluppare un framework d'interfaccia tra un Ford F-150 e un drone. Una volta raggiunta la zona critica, attraverso lo schermo touch del sistema SYNC il guidatore può definire un'area, lanciare il drone e ricevere in tempo reale la mappa con la posizione dei sopravvissuti, oltre a video e foto delle persone che necessitano di assistenza, facilitando così le operazioni di soccorso.

Nuove iniziative e startup. Infine, la Ford ha destinato nuovi fondi per sostenere, anche nel 2016, la nascita di nuove iniziative nell’ambito del talent scouting portato avanti in collaborazione con Techstars Mobility - Driven by Detroit. Il programma, che ha lo scopo scoprire e far crescere gli innovatori nei settori connettività, guida autonoma, big data e customer experience, consentirà di selezionare fino a 12 startup, ognuna delle quali riceverà un supporto di 120.000 dollari. A.C.