Kia Drive Wise
CES 2016, presentati i nuovi sistemi per la guida autonoma

 

Con l'arrivo della prima licenza "autonoma" in Nevada, Kia ha svelato la roadmap per il futuro: entro il 2020, il marchio di Hyundai Motor Company proporrà nuovi sistemi di guida assistita su tutta la gamma, mentre il 2030 sarà l'anno dell'introduzione sul mercato del primo modello completamente robotizzato. Al CES 2016, la Casa ha aggiunto un nuovo elemento e cioè la nascita di Drive Wise (dove wise sta per "saggio"), il nuovo marchio nato per la commercializzazione delle soluzioni high-tech.

Investimenti e tecnologia. Drive Wise, tecnicamente dipendente dalla Kia, include tutte le tecnologie Adas (Advanced Driver Assistance Systems) presenti e future: per il loro sviluppo, entro il 2018 la Casa prevede di investire 2 miliardi di dollari (1,85 miliardi di euro), implementando anche le piattaforme di comunicazione V2X e le interfacce uomo-macchina. Queste ultime implementeranno anche i comandi gestuali, i sensori per la rilevazione delle impronte digititali e piattaforme di connettività per i dispositivi mobile: al CES, queste soluzioni sono state integrate nel concept di plancia I-Cockpit.

La Soul EV sulle strade del Nevada. Nello Stato d'argento, i test delle tecnologie Drive Wise vengono effettuati su una Soul EV dotata di laser Lidar, sensori, radar e telecamere: al momento, la sperimentazione è perlopiù concentrata nella Valle della Morte. Tra le funzioni presentate al CES 2016 includono la guida autonoma in autostrada e nelle aree urbane, il Traffic Jam Assist per gli ingorghi, il sistema Preceding Vehicle Following (per accodarsi ai veicoli quando la segnaletica orizzontale non è visibile) e il valet parking automatico, attivabile anche attraverso lo smartwatch. Non mancano i sistemi contro le distrazioni, grazie ai quali il veicolo può accostare in caso di emergenza. D.C.