ToyotaProject Blaid, un wearable high-tech per i non vedenti

 

Mobilità per tutti. È questa la direzione che il presidente Akio Toyoda ha indicato quando ha fondato il Toyota Research Institute: una volontà che si riflette in Project Blaid, un dispositivo indossabile che promette di assistere le persone non vedenti aiutandole a riconoscere ciò che le circonda.

Telecamere e comandi vocali. Il wearable, parte della campagna "The Toyota Effect", è una sorta di collana high-tech dotata di piccole telecamere in grado di "leggere" l'ambiente circostante e di fornire le informazioni più importanti: il sistema sfrutta le vibrazioni e piccoli altoparlanti, mentre l'utente può comunicare con i tasti e i comandi vocali. Blaid è in grado di riconoscere elementi come le scale e gli accessi, anche in maniera specifica (ad esempio i bagni): un aiuto in più per chi soffre di una disabilità visiva.

Libertà di movimento. "La mobilità del futuro andrà oltre le semplici auto - spiega Simon Nagata, executive vice president di Toyota Motor North America - Vogliamo dare a tutti la libertà di muoversi, indipendentemente dalla circostanza, dal luogo o dalle capacità". A breve, Blaid entrerà in una fase di beta testing in cui i dipendenti Toyota potranno inviare agli sviluppatori video e riprese di vari interni: utilizzandoli, i tecnici "insegneranno" al dispositivo a riconoscere meglio ciascun elemento.

Redazione online