Guida autonomaFord brevetta il "cinema" di bordo

 

Quando si parla di guida autonoma, i vantaggi più noti sono senza dubbio la sicurezza e la riduzione del traffico, dello smog e dei consumi. Tuttavia, questo non significa che i Costruttori non stiano pensando ad altre possibilità: la riprova è un recente brevetto registrato da Ford, il quale descrive un sistema di intrattenimento di bordo dalle dimensioni simili a quelle di un home theater.

Lo schermo di bordo. Sottoposto nel 2013 e rillasciato il 1° marzo, il brevetto descrive un doppio controller, uno per la modalità autonoma e uno per un "entertainment system" dotato di un grande schermo centrale: quando a guidare è l'auto i sedili anteriori fanno posto al display, il quale può posizionarsi davanti al cruscotto; viceversa, quando il conducente riprende il controllo, la configurazione ritorna a essere quella di sempre.

Le concept. L'idea di trasformare l'auto in un "salotto" viaggiante non è nuova: basta ricordare F 015 Luxury in Motion della Mercedes-Benz, la Rinspeed XchangE o il più recente microbus Budd-e della Volkswagen. Per ora si tratta di concept, o meglio di visioni: lo stesso "cinema" di Ford potrebbe restare chiuso in un cassetto per molto tempo, o anche per sempre. Di sicuro, l'impegno dell'Ovale blu per lo sviluppo della guida autonoma è molto concreto: lo confermano i gli investimenti, appena tripliciati, e la recente espansione della flotta di Fusion Hybrid impiegate nei test.

Redazione online