Sei in: Home > Tecnologia > Nuove tecnologie > Nissan, partnership con la Berkeley per la tecnologia V2X

Guida autonomaNissan, partnership con la Berkeley per la tecnologia V2X

 

Nissan ha avviato una partnership con l'Università di Berkeley per lo sviluppo della tecnologia V2X in contesti urbani reali: le piattaforme per la connessione delle auto ad altri veicoli e alle infrastrutture urbane (ad esempio i semafori) sono state testate a Sunnyvale, cittadina nel cuore della Silicon Valley e "casa" del Nissan Research Center diretto da Maarten Sierhuis.

Sulle strade pubbliche. Il progetto, iniziato lo scorso agosto e tuttora in corso, prevede la collaborazione tra il Path (California Partners for Advanced Transportation Technology, un programma dell'ateneo), l'amministrazione di Sunnyvale e Savari, un fornitore di tecnologia per la comunicazione V2X (in particolare le unità StreetWAVE). Le auto dotate dei nuovi sistemi wireless, importantissimi per lo sviluppo della guida autonoma, circolano in un'area di 12 km quadrati sfruttando la banda a 5.8 GHz DSRC (Dedicated Short-Range Communications).

La tecnologia. V2X sta per "vehicle-to-everything", ovvero la somma delle tecnologie V2V (vehicle-to-vechicle) e V2I (vehicle-to-infrastructure). Il V2V comprende sistemi e funzionalità wireless che permettono alle automobili di "comunicare" con le altre vetture nei paraggi, inviando ai conducenti segnali, informazioni o avvisi in caso di pericolo, mentre il V2I abilita la connessione tra le vetture e il network delle smart city, compresi edifici, database e infrastrutture come i semafori. La combinazione delle due piattaforme dovrebbe fornire alle auto connesse – e in futuro anche alla guida autonoma – gli strumenti per ridurre la congestione e viaggiare in maniera intelligente, aumentando la sicurezza e riducendo i consumi.

Il futuro autonomo. Per Nissan, lo studio della guida autonoma in un contesto reale è di fondamentale importanza: oltre a condurre test in Giappone, in California e in Inghilterra, il Costruttore giapponese sta preparando il debutto del Piloted Drive 1.0, il sistema per la guida assistita in autostrada in arrivo sulla nuova Qashqai a partire dal 2017. Successivamente, la Suv sarà affiancata da altre vetture semiautonome e autonome: entro il 2020, l'Alleanza Renault-Nissan lancerà infatti più di dieci modelli high-tech. D.C.