Sei in: Home > Tecnologia > Nuove tecnologie > La Casa Bianca presenta nuove linee guida

Auto autonomeLa Casa Bianca presenta nuove linee guida

 

Gli Stati Uniti puntano con decisione a imprimere una svolta allo sviluppo delle auto senza conducente. A dimostrarlo è la decisione della Casa Bianca di presentare delle proprie linee guida a pochi giorni dall’approvazione di un disegno di legge apposito da parte della Camera dei Rappresentanti. 

Nuova normativa. Le linee guida sono state presentate dal segretario ai Trasporti, Elaine Chao, nel corso di un evento organizzato presso l’Università del Michigan, e fanno parte di una nuova normativa federale denominata Automated Driving Systems 2.0: A Vision for Safety. Nella sostanza, la Casa Bianca punta a eliminare l’obbligo per le case automobilistiche di presentare alle autorità di vigilanza una richiesta di via libera al lancio di una determinata tecnologia per la guida autonoma. Al pari del disegno di legge approvato all’unanimità dalla Camera dei Rappresentanti, la normativa punta inoltre a fornire un quadro di leggi valide a livello federale che superino eventuali ostacoli da parte dei singoli Stati. Alle autorità federali, infatti, spetterà le responsabilità sulle norme relative a sicurezza, consumi e prestazioni, mentre quelle statali dovranno concentrarsi su problematiche come le licenze, le immatricolazioni, le responsabilità e le assicurazioni. "Queste linee guida avanzate e aggiornate chiariscono molte delle preoccupazioni che abbiamo sentito tra gli stakeholder e gli utenti", ha affermato Chao. "Mentre la tecnologia avanza e il mio dipartimento raccoglie nuove e crescenti informazioni, continueremo a perfezionare e aggiornare tale documentazione”. A tal proposito le autorità federali stanno già lavorando a un versione denominata Vision 3.0 da presentare l'anno prossimo.

Allineate al mercato. La Casa Bianca, ha spiegato l’agenzia federale per la sicurezza Nhtsa, intende inoltre rendere le normative dei singoli dipartimenti "più flessibili” per "allinearle al ritmo dell'innovazione”. Le linee guida sono infatti aggiornate per tener conto degli ultimi sviluppi tecnologici, come l’automazione di livello 3 o superiore, non impongono nuovi vincoli o requisiti per la segnalazione di determinati eventi e riducono le cosiddette “best practice” suggerite ai produttori che stanno sperimentando le tecnologie per la guida autonoma.  

Critiche ed elogi. L’intervento della Casa Bianca in un campo dai mille risvolti ha ovviamente generato dubbi, ma anche apprezzamenti. L’associazione dei consumatori ha criticato le linee guida proposte, perché non richiedono una serie di informazioni supplementari alle case automobilistiche sui sistemi di guida ed escludono tecnologie di controllo avanzate come l'Autopilot della Tesla. Diversi esponenti del settore hanno invece accolto favorevolmente l'approccio del Dipartimento dei Trasporti. "Ci fornisce stabilità normativa e rassicurazione sulla possibilità di diffondere i veicoli autonomi in tutto il paese", ha spiegato Kay Stepper, vice presidente per i sistemi di guida automatizzata di Bosch. La General Motors, da parte sua, ha definito le linee guida “chiare, snelle e flessibili per una progettazione, produzione e commercializzazione sicura e responsabile delle auto a guida autonoma”.