Hyundai ix35COMPROMESSI ADDIO

Hyundai ix35 COMPROMESSI ADDIO Hyundai ix35 COMPROMESSI ADDIO Hyundai ix35 COMPROMESSI ADDIO Hyundai ix35 COMPROMESSI ADDIO
 

Diciamolo. Finalmente un'auto che dice basta ai compromessi stililistici per soddisfare gusti e sensibilità diverse. Forse perde un po' di originalità, ma guadagna in dinamicità e carattere. Più lunga, più larga e più bassa della Tucson, di cui prende subito il posto, la ix35 lancia la sfida ai due modelli di maggior successo nella categoria delle sport utility compatte e cioè a Nissan Qashqai e Ford Kuga. I contenuti non le mancano per competere ad armi pari con le due attuali reginette del mercato, a cominciare dall'ampia scelta di motorizzazioni.

Due litri al via. Al lancio, sarà nelle concessionarie in marzo, potrà già contare su due diversi livelli di potenza del nuovo due litri a basse emissioni Hyundai, uno da 136 e l'altro da 184 CV. Seguiranno un 1.700, sempre a gasolio, più tranquillo e un paio di versioni a benzina. Si potrà scegliere anche tra due e quattro ruote motrici e sarà disponibile anche il cambio automatico a sei marce. Prezzi a partire da poco più di 20.000 euro (per la versione a due ruote motrici).

Curata e "ospitale". La ix35 è tutta nuova anche dentro. Pulita, razionale, ma anche bella da vedere. Insomma ben fatta. Il posto guida è molto accogliente, adattabile un po' a tutte le corporature e i comandi sono lì a portata di mano: i più importanti nella piccola console centrale e gli altri divisi tra il volante e la plancetta a sinistra del piantone dello sterzo. Non c'è la classica chiave d'avviamento ma un comodo pulsante a destra del cruscotto, Una breve pressione, un piccolo sussulto e la lancetta del contagiri si stabilizza sul minimo. Vibrazioni? assenti. O quasi. Anche a freddo, e siamo sotto zero.

Grintosa al punto giusto. Appena si affonda il piede sull'acceleratore il quattro cilindri due litri nella versione più potente tira fuori subito una bella grinta, ma senza esagerare. Pronto in basso e sportivo in alto, si fa apprezzare soprattutto per la fluidità e per una certa moderazione nel produrre decibel. La guida è piacevole, complice il cambio automatico, un'unità di nuova progettazione che però non ha eliminato del tutto il tipico effetto scorrimento del convertitore di coppia. Dà il suo contributo anche lo sterzo, decisamente più pronto e preciso di quello della Tucson. Non si può definire sportivo, ma il compromesso raggiunto è senz'altro soddisfacente.

Quattro ruote motrici. Due parole sulla trazione integrale della ix35, che adotta l'ormai largamente diffuso sistema che trasferisce automaticamente parte della coppia dalle ruote anteriori a quelle posteriori, quando le prime accennano a pattinare su fondi a bassa aderenza. Sulla neve ha mostrato una notevole efficacia. L'ideale per cavarsela sulle brevi rampe imbiancate o comunque tutte le volte che la strada innevata accenna a salire. Comodi infine i sistemi di assistenza alla guida in salita e quelli per le discese più impervie e insidiose, dove le quattro ruote motrici servono a poco.

Marco Ghezzi

avatar
akd
12 febbraio 2010 20.22
"Seguiranno un paio di versioni a benzina" "bel cambio automatico"... Quattroruote vuol capire che non esistono solo i diesel e i cambi automatici? L'80% delle prove di 4ruote è sui diesel, col cambio automatico quando possibile: non esistono solo persone che comprerebbero diesel anche la macchinetta del caffe! Riguardo alla IX35 il salto di qualità è notevole, anche se la linea della coda....
avatar
qbojan
12 febbraio 2010 22.34
Hyundai ha ormai superato il gruppo Fiat in tutti i campi... i nuovi poveri siamo noi...
avatar
ILCAPITANO82
13 febbraio 2010 2.24
non male come motori ma mi sembra un pò troppo sgraziata nelle forme...e poi è vero manca di originalità rispetto alla vecchia Tucson...basta guardare il frontale che sembra quello di una Ford!!!
avatar
aldoscala
13 febbraio 2010 14.51
avra' un grandissimo successo in Italia.....
avatar
russpeter
13 febbraio 2010 18.57
il gruppo Hyundai\Kia sta facendo passi da gigante, vedi anche la nuova Kia Venga, Sorento ecc. altro che Fiat 16 o Bravo
Novità su Quattroruote