Bentley Continental GT V8Le nostre impressioni di guida [audio]

Bentley Continental GT V8 Le nostre impressioni di guida [audio] Bentley Continental GT V8 Le nostre impressioni di guida [audio] Bentley Continental GT V8 Le nostre impressioni di guida [audio] Bentley Continental GT V8 Le nostre impressioni di guida [audio]
 

Lo sai, non è una Ferrari e neppure una Porsche, ma la Bentley Continental GT, che è un'esclusiva supercar, non ha certo motivi per soffrire di complessi di inferiorità. In un bel quattro metri e ottanta di macchina racchiude storia e tradizione di una prestigiosa Casa inglese, il cui livello tecnologico è cresciuto in maniera rilevante da quando nel 2003 è entrata a fare parte del Gruppo Volkswagen.

 

Carta d'identità. La Continental GT è una coupé possente, che in questa recente versione è spinta da un V8 biturbo di 4.0 litri TFSI di origine Audi, capace di 507 CV e 660 Nm di coppia massima abbinato alla trasmissione automatica a 8 rapporti e alla trazione integrale. Secondo la Bentley, tocca i 303 km/h di velocità massima e accelera da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi, ma con consumi ottimizzati grazie alla presenza dello Start&Stop, nonché alla tecnologia "cylinder on demand", una soluzione che consente di far lavorare solo quattro degli otto cilindri quando il motore eroga poca potenza con l'obiettivo di ridurre le emissioni e i consumi. Così, con un pieno, si possono percorrere anche 850 chilometri, secondo le stime del Costruttore.

Bentley Continental GT V8 engine sound by quattroruote

 

Come va. Le strade e le autostrade del nord della Spagna e persino la pista "Navarra" di Logroño, nei pressi di Pamplona, sembrano fatte apposta per mettere in risalto le qualità dinamiche della Continental GT V8, che consente una guida molto semplice, intuitiva quanto precisa e coinvolgente. Merito dell'ottimo V8 tedesco che non è solo potente, ma anche elastico, della gestione elettronica che tiene sotto controllo il comportamento dinamico, della trazione integrale, del cambio automatico a otto marce che permette di cambiare rapidamente e in punta di dita grazie ai paddle al volante. Senza contare la qualità dell'assetto che consente un comportamento docile e confortevole in ogni condizione, con risposta delle sospensioni adatta sia al ritmo sostenuto in pista sia all'assorbimento delle asperità più marcate su strada.

 

Anche in pista. Elevata, quindi, la tenuta e, soprattutto, rimarchevole la maneggevolezza che permette rapidi e sicuri passaggi da una curva all'altra nonostante la massa di quasi 2,3 tonnellate. Insomma il terreno ideale per la Continental GT V8 restano i tratti stradali medio-veloci, ma l'imponente coupé inglese si difende bene anche in pista dove, oltre alla tenuta, emerge soprattutto la rilevante capacità di rallentamento garantita dall'impianto frenante, con dischi carboceramici, ben coadiuvato dalla larga impronta a terra offerta dai pneumatici da 21 pollici (di serie sono da 20). Ne consegue un'ottima risposta in spazi davvero contenuti e un'ottima resistenza alla fatica.

 

Su strada. Già, ma è ancora su strada che si apprezza tutto lo charme dell'abitacolo della Continental GT V8. Lo osservi e la cosa che sorprende di più è come riesca a stupirti ancora, non tanto per l'assetto guida "gestito" dalle numerose regolazioni elettriche di sedile e volante, ma perché è un autentico salotto. Un interno raffinatissimo nel quale si viene colpiti dalla maniacale attenzione profusa per ogni particolare, dal profumo delle pelli, dalle cromature, dalla radica. Meno convincenti, tuttavia, risultano la posizione della leva degli indicatori di direzione, non facilmente raggiungibile e azionabile poiché troppo vicina al paddle alla sinistra del volante e i pulsanti dei comandi secondari disposti sulla console centrale che "ricordano" un po' troppo quelli utilizzati da alcuni modelli del gruppo tedesco cui appartiene la Bentley: su di un'auto così esclusiva meriterebbero almeno un design dedicato.

 

Prezzi. Le versioni V8 della Continental GT, che si affiancano a quelle con motore W12, si distinguono soprattutto per la griglia anteriore nera con logo Bentley in rosso e saranno disponibili in Europa al prezzo di 136.000 euro la GT V8 coupé e a 149.600 euro la GTC V8 cabriolet.

 

Da Logroño (Spagna), Emanuele Sanfront

avatar
Danny Wilde
23 febbraio 2012
Ma dai, va ben voler eccedere, non giudico chi sbraga un po', ma con poco meno acquisti una Maserati carrozzatta Pininfarina...ci sarà pure qualche cumenda che mi capisce? Chi compra questa Bentley, per caso ama i bulldogs? E sei più giovane dei cumenda, ciapa l'Aston Martin V8 che almeno fai l'agile. Poi, occhio ai controlli della Finanza.
risposta >
avatar
andrea Solfanelli
23 febbraio 2012
Il problema è proprio lì. La maserati offre una linea molto più bella... ma in fatto di prestazioni cavalli e lusso rimane indietro... in altre parole dovrebbe costare non quasi uguale ma un bel po' in meno... ciò non è possibile perchè il motore maserati è made in maranello, costruito in maniera artigianale in 1000 pezzi anno, mentre Bent usa motore audi di R8/A8/A6rs etc etc
avatar
michele bertolini
23 febbraio 2012
...prima di procedere con l'acquisto attendo fiducioso la versione a GPL!!!!
Novità su Quattroruote