Fiat 500XLe nostre video-impressioni di guida

 

Guarda il video della Fiat 500X su QuattroruoteTV

L’auto giusta nel momento giusto: certe cose non succedono per caso, e la Fiat 500X, presentata oggi a Torino, sembra proprio venire incontro a un pubblico eterogeneo di estrazioni e gusti diversi. Lo fa declinandosi in due allestimenti, uno che definiremmo “urbano” (Pop, Popstar e Lounge) un po’ più stilé e meno aggressivo e l’altro “avventuroso” (Cross e Cross Plus) con una maggior vocazione all’off-road, compreso un sistema di trazione integrale all’avanguardia.

Selettore di guida e cambio ZF. A nostra disposizione, per la guida nel centro di Torino e sulle belle colline adiacenti, c’è una Cross Plus rossa “tristrato” (un colore esclusivo e molto brillante) con trazione 4x4 e il motore multijet II da 140 CV. L’abbinata è col cambio ZF a nove marce automatico, che si lascia finalmente alle spalle storie di software difettoso, indecisioni nei cambi marcia e strappi con i rapporti bassi. Qui fa il suo dovere in pieno sposandosi con l’abboandante coppia del motore per spingere con leggerezza la 500X anche su per le salite impervie. Per i percorsi ancora più accidentati e scivolosi c’è il selettore delle modalità di guida Mood Selector che, in abbinata con l’automatico, permette, spostandosi su All Weather, di utilizzare la prima marcia molto corta che ha un rapporto di 4,7:1, una vera ridotta.

Su strada. Ma la 500X è anche una buona compagna di viaggio negli spostamenti di tutti i giorni, perché comoda e ben ammortizzata, ma abbastanza contenuta nel rollio da permettere un’impostazione di guida precisa e reattiva. Lo sterzo è sempre leggero e anche se non abbiamo notato un diametro di volta particolarmente ridotto, la buona visibilità e la presenza di sensori e telecamera fa si che una manovra riesca di solito al primo colpo. Ma quel che colpisce veramente nella 500X è la finitura e la sensazione al tocco dei materiali: plancia, sedili, tunnel, pulsanti e levette, padiglione, tutto è in perfetto stile 500 ma anche di una qualità percepita mai vista prima su una Fiat. È vero che questo allestimento costa un po’ più di 30 mila euro ed è il top della gamma, ma c’è comunque di che restare impressionati dal buon lavoro svolto dal team italo-americano che ha sviluppato il progetto 500X-Renegade. Come ci ha detto Guglielmo Caviasso, che è a capo del team che concepisce e integra tutti i progetti Fiat, è stato messo insieme il meglio dello stile, della tecnologia, della praticità e, perché no, della simpatia che Italia e Stati Uniti sanno esprimere insieme. Bisogna darne atto, la 500X si rispecchia perfettamente nelle sue parole.

Da Torino, Carlo Bellati