• player icon Con Andreucci al volante della Peugeot 208 T16
    Sport
    Con Andreucci al volante della Peugeot 208 T16
  • player icon Pirelli: le nuove regole per la stagione di F.1
    Sport
    Pirelli: le nuove regole per la stagione di F.1
  • player icon Formula 1 2016: ecco la Renault RS16
    Sport
    Formula 1 2016: ecco la Renault RS16
  • player icon Porsche GT Cup Brasile: incidente per Pedro Piquet
    Sport
    Porsche GT Cup Brasile: incidente per Pedro Piquet
  • player icon GP Monza F1 2015: come cambia la Ferrari SF15-T
    Sport
    GP Monza F1 2015: come cambia la Ferrari SF15-T

Mondiale RallyOgier regala alla Volkswagen il quarto Rally di Svezia consecutivo

 

Sébastien Ogier ha conquistato il suo terzo successo nel Rally di Svezia, e lo ha fatto con ampio margine, ancora più grande di quanto non dicano i secondi di vantaggio nei confronti di Hayden Paddon, splendido secondo al debutto sulla nuova Hyundai i20 WRC New Generation. Inoltre ha portato alla Volkswagen la quarta vittoria consecutiva in questa gara.

Gara accorciata. Ogier ha vinto un rally tutto particolare, in cui il clima ha portato poca neve sulle strade svedesi e che ha a lungo messo in dubbio gli organizzatori se fare partire la gara o meno. Alla fine sono state cancellate ben 9 speciali, di fatto "mutilando" la gara e quasi dimezzandola.

Grande prova di Hayden Paddon. Il neozelandese non può essere considerato una meteora. E' dal Rally Italia-Sardegna 2015 che ha mostrato il suo talento e in questo fine settimana è riuscito ancora una volta a brillare. Al debutto sulla nuova Hyundai i20 WRC New Generation il "Kiwi" è riuscito a sfruttare al meglio la sua posizione di partenza per scalare la classifica nella prima tappa, issandosi subito alle spalle della Polo R WRC numero 1. Nella seconda e nella terza tappa non ha fatto altro che controllare la gara e regalare alla Hyundai il secondo podio di fila dopo quello colto a Monte-Carlo da Thierry Neuville appena due settimane fa.

Bella gara di Østberg. Terzo gradino del podio per la sorpresa in positivo del fine settimana scandinavo: il quasi padrone di casa Mads Østberg. Il pilota norvegese ha regalato al team M-Sport il primo podio della stagione dopo appena due gare. Già a Montecarlo aveva sfiorato il podio, finendo però in quarta posizione. Questa volta Mads ha condotto l'ennesima gara intelligente, accorta, ma altrettanto competitiva. La nuova Ford Fiesta RS WRC con specifiche 2016 sembra essere più competitiva rispetto alle versioni viste negli ultimi anni e l'esperienza del norvegese completa un quadro che potrebbe tornare a essere roseo. Con il terzo posto di Ostberg sul podio troviamo ben tre case differenti: Volkswagen, Hyundai e appunto Ford.

"Solo" quarta la seconda Polo R WRC. A un passo dal terzo posto si è fermato l'altro padrone di casa, Andreas Mikkelsen, che ha pagato caro qualche errore di troppo al termine della prima tappa dopo una partenza più che convincente. Il pilota Volkswagen sembrava l'unico in grado di impensierire Ogier, ma tre errori in poche speciali lo hanno fatto scendere dal secondo al settimo posto. Andreas ha poi provato a recuperare, ma il divario da Ostberg si è rivelato incolmabile. Poco male per lui, perché si è comunque confermato a tutti gli effetti il secondo pilota del team di Wolfsburg.

Bel risultato di Ott Tänak. L'estone al volante dell'unica Ford Fiesta RS WRC gommata DMACK ha chiuso il rally svedese con un quinto posto inaspettato, addirittura davanti alla Hyundai i20 WRC New Generation affidata a Dani Sordo. Lo spagnolo è però stato frenato da un errore nella prima speciale della seconda tappa, in cui ha danneggiato la sospensione anteriore sinistra. Da segnalare inoltre i primi punti mondiali per Craig Breen, al debutto al volante di una DS3 WRC del team Abu Dhabi Total WRT, grazie all'ottavo posto, ma anche il buon settimo di Henning Solberg (Ford Fiesta RS WRC).

Rally sfortunato per tre protagonisti. Jari-Matti Latvala ha subito un guasto alla trasmissione nella prima prova speciale, perdendo così immediatamente l'opportunità di lottare per la vittoria. Nella seconda tappa, però, ha anche commesso un errore che lo ha ulteriormente attardato. Medesimo guasto per Thierry Neuville, che si trovava saldamente in terza posizione, quando la sua trasmissione ha avuto un problema e lo ha costretto a correre per gran parte della prima tappa solo con due ruote motrici, perdendo la posizione sul podio, la Top Ten e tanti minuti rispetto ai più veloci.

Kris Meeke invece ha fatto uno sfortunato bis. Il pilota di punta del team DS si trovava in seconda posizione assoluta quando ha centrato una roccia, che però non si trovava a bordo strada, bensì proprio in traiettoria. L'impatto ha distrutto la sospensione anteriore destra della sua DS3 WRC, decretandone il ritiro. Per Meeke si tratta del secondo ritiro per il medesimo motivo e... per la medesima dinamica dopo quello di Montecarlo! Si potrà però parzialmente consolare stando alle ottime prestazioni mostrate nelle prime speciali nonostante non fosse in possesso di una grande esperienza su strade ghiacciate e innevate.

Campionato. Ogier ha poi aggiunto i 3 punti previsti per il vincitore della Power Stage ai 25 già accumulati per la vittoria, arrivando a 56 punti totali sui 56 disponibili in classifica. Andreas Mikkelsen è secondo, ma con 23 punti di ritardo dopo appena due gare. Alle sue spalle nessuno riesce a tenere il passo e il "Cannibale 2.0" è già in fuga. L'inizio del Mondiale Rally 2016 sembra ricalcare pericolosamente quello dello scorso anno, che si concluse con un dominio assoluto da parte del tre volte iridato. F.C.

WRC, Rally di Svezia, 14/02/2016
Classifica finale (primi dieci)
1. Sébastien Ogier (Volkswagen Polo R WRC) in 1h59'47"4
2. Hayden Paddon (Hyundai i20 WRC) a 29"8
3. Mads Ostberg (Ford Fiesta RS WRC) a 55"6
4. Andreas Mikkelsen (Volkswagen Polo R WRC) a 1'10"8
5. Ott Tanak (Ford Fiesta RS WRC) a 1'50"7
6. Dani Sordo (Hyundai i20 WRC) a 2'24"0
7. Henning Solberg (Ford Fiesta RS WRC) a 2'40"0
8. Craig Breen (Citroën DS3 WRC) a 2'44"6
9. Elfyn Evans (Ford Fiesta R5) a 5'17"0
10. Pontus Tidemand (Škoda Fabia R5) a 5'31"7