Sei in: Home > News > Roma > Uniti per la condivisione

Settimana Europea della Mobilità Uniti per la condivisione

 

“Mobilità pulita, condivisa e intelligente”: è il tema scelto per la Settimana europea della Mobilità edizione 2017. L’iniziativa, nata nel 2002 per volere della Commissione europea, è in programma come di consueto dal 16 al 22 settembre in 45 Paesi e più di 2.000 città. Anche quest’anno Roma è tra le realtà italiane che faranno da palcoscenico a dibattiti e tavole rotonde sul tema. In linea con lo slogan che traina l’evento, “Condividere ti porta lontano”, la capitale ha elaborato un programma di appuntamenti (in continuo aggiornamento) con l’obiettivo di alimentare il dibattito sulle forme di trasporto innovative e collettive, come per esempio il car sharing, che abbiano un impatto ambientale contenuto e attraverso le quali sia possibile diminuire i costi abitualmente sostenuti per gli spostamenti in ambito urbano.

Il programma. Tra le tante iniziative è da segnalare, in particolare, il convegno “Rilanciare l’economia di Roma attraverso la mobilità sostenibile”, in programma lunedì 18 e martedì 19 all’Aranciera di San Sisto dove, oltre al sindaco Virginia Raggi, l’assessora alla Città in Movimento, Linda Meleo e il presidente della commissione Mobilità, Enrico Stefàno, prenderanno parte imprese, esperti e operatori del settore automotive. Tra i temi trattati, il presente e il futuro dello sharing, il Piano capitolino della Mobilità elettrica 2017-2020, lo sviluppo delle infrastrutture e la presentazione del portale dedicato al Piano urbano della mobilità sostenibile. Mercoledì 20 all’Eur, invece, nella sede dell’Ispra è in programma la “Giornata del Mobility Manager”, incontro nel corso del quale si presenterà il ruolo di questa figura incaricata di analizzare le esigenze di mobilità dei dipendenti della propria azienda con l’obiettivo di ridurre l’uso dei mezzi di trasporto individuali a favore dei trasporti collettivi, e conseguenti risparmi economici. Oggi sono oltre 200 i mobility manager nominati nelle aziende romane, a rappresentare un sistema di oltre 230.000 dipendenti che si muovono quotidianamente, troppo spesso da soli in auto, nel territorio della capitale.

Capitale In-sostenibile. Sono anni che si parla di mobilità sostenibile, ma qual è l’attuale realtà romana? Quando si passa dalla teoria alla pratica la capitale non eccelle di certo, anzi. In un recente convegno dedicato al tema, Legambiente ha attribuito proprio a Roma, tra le grandi città, la maglia nera per la mobilità in-sostenibile descrivendola come “molto indietro rispetto alle sorelle europee per dotazioni di metropolitane, tram, ferrovie suburbane, con un record nel possesso di automobili, pari a 67 auto ogni 100 abitanti. Inoltre”, scrive ancora l’associazione, “nella Capitale l’offerta di trasporto pubblico è diminuita dal 2005 al 2015 del 6% e si sta ancora contraendo”. Insomma, di lavoro da fare ce n’è parecchio, soprattutto adesso che sull’Atac aleggia lo spettro del fallimento.

Manuela Boggia