SondaggioSTRAGI DEL SABATO SERA

Sondaggio STRAGI DEL SABATO SERA
 

Nove ragazzi morti in due incidenti tremendi durante le nottti dell'ultimo week-end: il tema delle stragi del sabato sera torna tragicamente d'attualità. Insieme con l'uso di vetture ad altissime prestazioni affidate a giovani guidatori: una delle vittime, infatti, era al volante della BMW "Serie 6" prestatagli per l'occasione dal padre.

A questo punto, ci si chiede che cosa si può fare per arginare questa tragedia settimanale. Il ministro dei Trasporti Bianchi, favorevole all'introduzione di nuovi limiti per i neopatentati, ammette in un'intervista di aver "trovato moltissime resistenze al proposito" e parla di "ostacoli politici e tecnici".

Dal canto suo, l'Automobile Club d'Italia vuole raccogliere un milione di firme per indurre le Nazioni Unite e il G8 (il Gruppo delle otto nazioni più industrializzate del mondo) a premere su Governi e organismi internazionali affinché adottino misure più efficaci in tema di sicurezza stradale. Lo strumento sarebbe un piano quadriennale d'interventi mirati a raggiungere l'obbiettivo di ridurre del 50% entro il 2010 il numero di morti e feriti sulle strade.

E voi cosa ne pensate? Quale potrebbe essere, secondo voi, il provvedimento più efficace per ridurre il drammatico bilancio della vittime della strada? Partecipate al nostro sondaggio cliccando qui.

avatar
qqstefano66
26 febbraio 2007
Ogni giorno passo circa 3 ore in auto per lavoro. Vedo di tutto. Ogni genere di manovra vietata. Sulla tangenziale di Milano ad esempio, regna l'anarchia più assoluta, non esiste un solo mezzo pesante che rispetti il limite di velocità o il divieto di sorpasso. La polizia stradale dov'è? Semplice: non c'è. Il pattugliamento, che è l'unico modo per controllare il traffico, non esiste affatto.
avatar
nascarman
26 febbraio 2007 16.54
Tutte le volte si tira fuori questi argomeni per ottenere solo un aumento degli autovelox e delle sanzioni che però non serve a nulla. Si deve migliorare le strade e aumentare i controlli riferiti a "come" uno guida nel rispetto degli altri. Si deve agire sui genitori che non devono dare libertà al neopatentato di prendere subito l'auto soprattutto se potente e si deve inasprire l'esame di guida.
avatar
e.zaghi
26 febbraio 2007 16.54
Incremento degli incidenti... soliti articoli. Mi sembra di vedere la telenovelas del calcio. E pensare che sarebbe molto semplice: si prende il codice stradale di Finlandia, Svezia e Inghilterra e lo si applica alla lettera, naturalmente con più polizia sulle strade e meno negli uffici. Inoltre, come più volte letto sui giornali, licenziamenti in tronco per coloro che intascano mazzette.
Novità su Quattroruote