Sei in: Home > Sport > Sport news > "Ho un groppo alla gola nel vedere dov'è oggi Schumacher"

Luca di Montezemolo"Ho un groppo alla gola nel vedere dov'è oggi Schumacher"

 

Luca Cordero di Montezemolo è il protagonista di una lunga intervista in "quattro atti" di Guido Meda, che ripercorre la sua lunga carriera nel mondo dei motori. Lo speciale, che andrà in onda il 6 maggio su Sky Sport F1 HD e Sky Sport 1 HD, raccoglie racconti e immagini inedite di uno degli uomini simbolo della Ferrari degli ultimi 23 anni. Montezemolo ha voluto ricordare alcuni dei passaggi chiave, fin dal suo debutto come pilota con lo pseudonimo di Nerone, ma ci ha anche tenuto a rendere omaggio ad alcune delle persone più importanti con cui ha collaborato.

Un saluto a Schumi. A Michael Schumacher, per esempio, è dedicato uno dei commenti più toccanti: "Quando smise di correre aveva ancora tanta voglia di velocità, di continuare a sentire l’asfalto; fece delle gare di motocicletta ed ebbe un brutto incidente. Fu quello che gli impedì di tornare sulla Ferrari [...]. Poi tornò con la Mercedes, sbagliando. È stata una persona molto importante nella mia vita. Nel vedere dove sta oggi mi viene un groppo alla gola". Montezemolo racconta anche l'incontro con Enzo Ferrari, grazie alla trasmissione radiofonica "Roma 3131", durante la quale fu notato dal drake, che lo volle incontrare e in seguito ingaggiarlo per far tornare la sua scuderia al successo in Formula 1.

Le opionioni su di lui. Nel corso della lunga intervista saranno trasmessi anche contributi raccolti da alcuni dei personaggi più noti del mondo delle competizioni, chiamati a ricordare il loro rapporto con Montezemolo: l'ex copilota Daniele Audetto, Niki Lauda, Bernie Ecclestone, Jean Todt, Stefano Domenicali e Gianni Morandi. Ecclestone in particolare sembra voler appoggiare Montezemolo proprio a poca distanza dalla "polemica" che ha accompagnato l'avvicendamento con Marchionne a capo della Ferrari. Il patron della Formula 1 ha dichiarato: "Ormai era la Ferrari di Luca, che agli occhi del mondo è riuscito nell’impresa difficilissima di prendere il posto che era del signor Ferrari. Ecco cos’è Luca". L.Cor.