SEMPRE MEGLIO
Nissan "Micra 1.5 dCi"

A poco più di un anno dall'arrivo della nuova "Micra", la gamma motori si allarga con l'ottimo "1.5 dCi" da 60 kW-82 CV di derivazione Renault. Già disponibile presso i concessionari, costa 500 euro in più rispetto alla versione col turbodiesel (senza intercooler) da 48 kW-65 CV, ma offre anche un diverso piacere di guida.

Bastano pochi chilometri per rendersi conto che quei 17 cavalli in più e soprattutto la coppia motrice di 185 Nm (25 in più del turbodiesel meno potente) rendono la "Micra" ancora più agile e brillante, in grado di riprendere dai bassi regimi senza bisogno di scalare continuamente. Alle andature più sostenute, però, il turbodiesel si fa sentire, complice anche una non perfetta insonorizzazione dell'abitacolo.

Su strada, questa vettura conferma le doti riscontrate sulle altre versioni: anche senza il controllo elettronico della stabilità (non disponibile sulle due "1.5 dCi"), la giapponese si comporta onestamente e non mette mai in difficoltà il guidatore. L'inserimento in curva non è rapidissimo, ma corretto e non richiede interventi nella fase di riallineamento; il retrotreno rimane stabile anche nelle prove di rilascio dell'acceleratore in curva.

Nota di merito, infine, per quanto riguarda i consumi: con un valore medio di 5,2 litri di gasolio ogni 100 km, la "Micra 1.5 dCi" da 82 CV riesce persino a far meglio della versione da 65.