APPAGANTE
Volkswagen Polo

Piace al pubblico questa nuova Polo, totalmente cambiata rispetto al modello precedente e più vicina, in confronto alle versioni di cui raccoglie l'eredità, alla sorella Golf.

Bella senza strafare, appena sotto i quattro metri (397 centimetri per la precisione), con interni - almeno quelli della Highline, la più lussuosa - da auto di ben altra categoria, comodi persino per una piccola famiglia.

Certo, con qualche optional come cerchi di lega, clima automatico (di serie è manuale) e sensori di parcheggio, la versione in prova supera i 18.000 euro. Però, se si resta ai fondamentali in tema di accessori, si scopre che una Polo 1.4 Comfortline costa 15.484 euro, meno di una Opel Corsa 1.4 Enjoy e persino meno della sua cugina meno blasonata, la Skoda Fabia 1.4 Comfort, più o meno come una Clio 1.2 Dynamique, una Yaris 1.3 Sol o una Punto 1.4 Dynamic; l?unica più a buon mercato è la Fiesta 1.2 Titanium.

Dopo una rapida occhiata agli esterni, senza dubbio molto riusciti, ci infiliamo al posto di guida. Semplicemente perfetto. Sedile regolabile in altezza, volante pure in profondità, pedaliera con buon appoggio per il piede sinistro: in un attimo chiunque trova la giusta posizione. Non ha i comandi dell?autoradio al volante, anche se, assicurano, li avrà presto. Solo un appunto per il piccolo joystick per regolare gli specchietti esterni, poco intuitivo, e per lo strano retrovisore che "schiaccia" quel che si vede dietro: sembrano tutte Ferrari! La plancia sa molto di Golf, con la solita strumentazione ben leggibile, plastiche morbide e niente di lasciato al caso. Dietro il divano non è scorrevole, mentre il bagagliaio è simile a quelli delle rivali, 275 litri.

Mettiamo in moto il 1.4 da 85 CV, che subito ci appare silenziosissimo. Non solo al minimo o con un filo di gas, ma anche nella guida normale, con le continue accelerazioni e ripartenze. Non è un fulmine, ma è molto regolare. Nell?accelerazione 0-100 km/h impiega 12,4 secondi, mentre la ripresa 70-120 in quinta ferma il cronometro sul mezzo minuto spaccato.

Pur senza avere la sesta marcia, la Polo 1.4 raggiunge percorrenze quasi da turbodiesel: tra i 90 e i 100 orari rimane sui 20 km/litro. Davvero notevole. Ottimo anche il compromesso tra assetto e capacità di attutire i colpi. Si guida che è un piacere, grazie allo sterzo preciso, dotato di buon ritorno e col giusto carico a tutte le andature. E poi c?è l?Esp, di serie su tutte, che interviene in modo corretto se si esagera. Un piccolo neo nel finale: sul ghiaccio la frenata è lunga.

avatar
pelsam
29 ottobre 2009
veramente bella,il prezzo non e'molto allettante xo'la sostanza c'e'..i consumi sono buoni,sono sicuro che il nuovo multiair fiat fare peggio..
avatar
steppino2008
29 ottobre 2009
Aspetto cn ansia quella con il motore a benzina 1.2 tsi...è l'auto migliore nella sua categoria!
avatar
lollonuovo
29 ottobre 2009
forse perchè vivo a milano dove i blocchi auto sono continui , mi sembra interessante che l'auto sia euro 5 , non mi sembra che le concorrenti citate nell'articolo abbiano tale caratteristiche.
altro motivo x sceglierla
avatar
carloandreatta
29 ottobre 2009
A me sembra un'auto normalissima... uguale a tutte quelle prodotte da 15 anni a questa parte.
Pazienza, aspettiamo tempi migliori. Costerà davvero molto produrre i prototipi che fanno vedere nei saloni internazionali dell'auto? Devo morire prima di salire su un'auto che sappia di futuro invece che delle solite, scontate e banalissime auto anni '90 con qualche led qua e la per rinfrescarle?
avatar
fiollo666
29 ottobre 2009
la vw è riuscita a stupirmi con questa Nuova Polo.. Mi
sono innamorato soprattutto delle linee ben riuscite..
devo dire che hanno fatto proprio un bel lavoro anche
per quanto riguarda i motori. Quando sono andato a
vederla in anteprima nella concessionaria ho notato
però che l'unico difetto che ho trovato è l'abitabilità
all'interno dell'abitacolo, è molto stretta.. ma a parte
qu