Monovolume a confronto
Ford C-Max vs Renault X-Mod

Con l'arrivo del nuovo 1.6 dCi Renault da 131 CV, abbiamo deciso di mettere a confronto la Scénic X-Mod (la prima a montarlo assieme alla sorella a sette posti) con la Ford C-Max 1.6 TDCi 115 CV, che in pochi mesi è diventata uno dei riferimenti della categoria. Entrambe sono equipaggiate con cambi manuali a sei marce e negli allestimenti di punta: Luxe per la Renault e Titanium per la Ford, con l?aggiunta di molti optional.

Caratteristiche. Si sta piuttosto in alto, sulla X-Mod. Buona visibilità, ma impostazione turistica, a volante inclinato. Il nostro esemplare è dotato del Pack leather (1.500 euro), con sedili di pelle e regolazioni elettriche del posto guida. Al solito, la strumentazione è al centro: un mix di analogico e digitale, personalizzabile, che non convince troppo, in particolare, per quanto riguarda l?indicatore del gasolio, di non immediata interpretazione. Di fianco, il display del navigatore, non grande e un po? distante da chi guida. I comandi, raggruppati in plancette a sviluppo orizzontale, si raggiungono con facilità. Simpatico, sul tunnel, il mobiletto scorrevole (che ospita una console con tasti poco sfruttabili): arretrandolo si ricava lo spazio per una borsa. Non mancano, qua e là, comodi vani svuota-tasche.

Altra musica sulla C-Max: si passa dall?ariosità dell?X-Mod a una posizione di guida più raccolta e condizionata dalla plancia massiccia, che ai più alti disturba l?appoggio della gamba destra. Ampie le regolazioni meccaniche del posto guida, così ci si ritrova in fretta. Invece del tasto, qui c?è una corta leva del freno a mano, a portata. Quella del cambio è anch?essa in posizione rialzata, mentre alla console piena di comandi va fatta l?abitudine, con il monitor del navigatore un po? piccolo e incassato. Il passo di 2,70 m e la cubatura rendono l?X-Mod molto accogliente. Davanti si ha spazio in abbondanza, anche in altezza, ma anche dietro non si scherza. Quanto al bagagliaio, grazie ai sedili scorrevoli si passa da 426 litri in posizione standard a 522. Quasi da stadio l?illuminazione interna. Anche la C-Max è molto spaziosa e luminosa, grazie al tetto panoramico e alle luci d?ambiente a Led. Molto buona l?accessibilità posteriore e apprezzabile la cubatura del bagagliaio ? 440 litri ? che non può però eguagliare quella dell?X-Mod.

Prestazioni. Si fa valere l?X-Mod, proprio grazie all?1.6 dCi da 131 CV. E lo spirito è vivace: quando si copre lo 0-100 in 10,1 secondi e si riprende da 70 a 120 in sesta in meno di 15, significa avere tra le mani un?auto brillante. Il dCi è abbastanza pronto, anche se oltre i 4.000 la spinta si appiattisce. Più tranquillo, anche per l?architettura e la potenza, l?1.6 TDCi della C-Max. Di risposta un po? pigra, l?1.6 Ford ha però dalla sua una bella regolarità di funzionamento e un innesto del turbo progressivo. Chi s?attende differenze corpose tra X-Mod e C-Max alla voce consumi, potrebbe rimanere sorpreso. La francese, dotata di Start&Stop, percorre di media 13,4 km/l, contro i 14 netti della Ford. La differenza, semmai, è rappresentata dai 60 litri di serbatoio dell?X-Mod, contro i 53 della C-Max.

Su strada. Comportamenti turistici per entrambe, ma l?X-Mod ha uno sterzo meno pronto e diretto della rivale, pur conservando buon carico e feeling. Ben manovrabile il cambio e di norma efficaci e dal buon feeling i freni. Più agile e divertente la C-Max, grazie al bel cambio, con innesti precisi, anche se la frizione è un po? pesante. Anche il TDCi, comunque, non ama ruotare troppo in basso, ma reagisce con una certa regolarità. E ciò, unito all?intervento sempre tardivo dell?Esp, rende la C-Max un po? più impegnativa dell?X-Mod nelle manovre d?emergenza. Complessivamente sono due vetture comode, poco affaticanti, anche dopo parecchi chilometri, grazie anche all'insonorizzazione degli abitacoli. Quanto al filtraggio delle sospensioni, lavorano un po? meglio quelle dell?X-Mod, ma entrambe le vetture, sugli ostacoli secchi, trasmettono qualche reazione di troppo verso i sedili posteriori.

ABBIAMO PROVATO ANCHE