Sei in: Home > Prove > Prove su strada > La prova della 1.6 Biturbo 160 CV Innovation

Opel Astra Sports TourerLa prova della 1.6 Biturbo 160 CV Innovation


La protagonista della nostra prova su strada è la Opel Astra Sports Tourer. Rispetto alla serie precedente, la lunghezza è rimasta identica (4,7 metri), ma con una carrozzeria più bassa di tre centimetri e le modanature laterali, la silhouette appare più slanciata. Oltre alla linea, fanno subito un'ottima impressione i fari IntelliLux, a matrice di Led. A parte l'aspetto hi-tech riconoscibile anche a fari spenti, il vantaggio è nella guida notturna, quando sensori e centralina elettronica parzializzano e modellano il fascio bianco formato da sedici Led indipendenti, in modo automatico e puntuale, evitando di abbagliare chi si incrocia e assicurando sempre la migliore visibilità.

Interni. Entrando nell'abitacolo, si ritrova l'atmosfera essenziale apprezzata sulla berlina, che ha segnato l'inversione di tendenza rispetto alla console del vecchio modello, troppo densa di tasti e comandi. In alto domina il touch screen da 8" dell’IntelliLink. Completa anche la strumentazione, dove però il tachimetro analogico risente un pochino delle dimensioni ridotte dei numeri e della gran quantità di spie. Ma nell'abitacolo la vera chicca è rappresentata dagli interni di pelle e in particolare dal sedile del guidatore "Agr Wellness" con 18 regolazioni elettriche, memorie, ventilazione negli schienali, e persino massaggi. Passando al bagagliaio, punto di forza della familiare, va detto che risulta un po’ più piccolo rispetto al precedente modello, ma comunque con i suoi 436 litri di capacità (più 21 al posto sotto il piano) è più che soddisfacente. Ben fatto il meccanismo di sblocco degli schienali, che si abbattono pigiando i tasti sulle pareti del vano, ottenendo un fondo piatto di oltre due metri.

Come va. Già sulla berlina avevamo apprezzato il corpo vettura "slim", ovvero dimagrito (di circa 160 kg), che la rende più agile e rapida. Considerazioni identiche valgono per la familiare. Il mirabolante tempo del giro pista (1'27"9) lo testimonia: cinque secondi in meno rispetto a rivali come la Golf Variant non si spiegano soltanto con la potenza superiore, ma soprattutto con il carattere della vettura. L'Astra Sports Tourer va forte ed è nelle migliori condizioni per farlo. Baricentro basso, assetto non certo rigido da pista, ma "duro" quanto basta per trovare gli appoggi corretti e non molleggiare in modo esagerato, pur mantenendo un confort più che discreto, un passo accorciato di qualche centimetro, ma sempre adeguato alla vettura e in grado di assicurare una buona guidabilità. Insomma, la base è buona, e soltanto alla fine vi s'innesta un propulsore che sa il fatto suo. L’1.6 BiTurbo da 160 CV, in effetti, è in grado di regalare accelerazioni e riprese notevoli, da vera station sportiva: lo dimostrano lo 0-100 in 8,4 secondi e l'uscita dal chilometro da fermo addirittura sulla soglia dei 180 all'ora. Sul fronte dei consumi, la doppia turbina non deve spaventare, anzi. Proprio grazie alla più piccola, le ripartenze non richiedono grandi affondi sul gas, e le medie d'uso si rivelano molto buone: nel complesso, si fanno 18 km/litro.

Alessio Viola
(Prova su strada ripresa da Quattoruote di giugno)

Pregi e difetti
Pregi Difetti


OPEL Astra 1.6 BiT.CDTi 160CV S&S ST Innovat.

Prestazioni. I 160 cavalli del BiTurbo e la massa contenuta permettono a questa familiare risultati di valore assoluto.

Bagagliaio. Regolare e versatile, è tra i più capienti in questa categoria. Il portellone elettrico ne aumenta la praticità.

Frizione. Più pesante che sulla berlina 1.6 CDTI 136 Cv. In coda, le continue ripartenze diventano un'esperienza poco piacevole.

Rombosità. Il turbodiesel gudagna vivacità, ma rimane un pochino invadente ai bassi regimi e in accelerazione.

Dati rilevati
Velocità
MASSIMA 222,982 km/h (IN VI)
Accelerazione
0-100 KM/H 8,4 s
400M DA FERMO 16,1 s
1KM DA FERMO 29,4 s
RIPRESA A MIN/MAX CARICO
70-120 KM/H 13,4/15,5 (IN VI)
1 KM DA 70 KM/H 29,4 (IN VI)
FRENATA
100 KM/H
A MINIMO CARICO
39,2 m
CONSUMI MEDI
STATALE 20,7 km/l
AUTOSTRADA 16,6 km/l
CITTÀ 17,4 km/l
Pagelle
Abitabilità4
Accelerazione5
Accessori4.5
Audio e navigazione4.5
Bagagliaio4.5
Cambio4
Climatizzazione4
Confort3.5
Consumo4.5
Dotazioni sicurezza4.5
Finitura4
Freni5
Garanzia2
Motore4.5
Plancia e comandi4
Posto guida4.5
Prezzo3
Ripresa5
Sterzo3.5
Strumentazione4
Su strada4
Visibilità4
 

Listino