Toyota RAV 4

La cosa più semplice da fare per inquadrare la Toyota RAV4 è interpretare la sua sigla. Lettere e numero stanno per Recreational Active Vehicle e per 4 wheel drive: è dunque una tra le prime Suv compatte a trazione integrale apparse sul mercato. La prima generazione risale infatti al 1994, mentre negli ultimi dieci anni sono tre le serie che si sono avvicendate in listino: la terza, uscita di scena alla fine del 2012, la quarta, rimasta invece in produzione fino al 2018, e la quinta, lanciata nel 2019. Con l’evoluzione si è man mano affievolita la vocazione fuoristradistica a favore di quella urbana, così come si è ovviamente arricchita la dotazione tecnologica

I MOTORI
I propulsori a benzina hanno sempre fatto da fanalino di coda nella classifica delle vendite della RAV4. Guardando al passato più lontano le versioni best-seller sono state quelle turbodiesel, che per intere annate hanno addirittura monopolizzato il listino, con varianti a due e a quattro ruote motrici, talvolta abbinate anche al cambio automatico. Quest’ultimo è invece una scelta obbligata per chi dovesse optare per una RAV4 ibrida. Questo tipo di motorizzazione è stato introdotto dapprima in configurazione da 197 CV, con un 2.5 a ciclo Atkinson abbinato a un’unità elettrica, e quindi è stato aggiornato e potenziato fino a 222 CV. Da qualche tempo è proprio l’ibrido a fare da denominatore comune alla gamma, per la gioia di chi si sposta in città e può contare così su consumi contenuti.

PRO E CONTRO
Le Toyota RAV4 di tutte le epoche sono accomunate da una notevole versatilità, da una buona abitabilità e da consumi piuttosto contenuti. La terza generazione, l’ultima ordinabile anche con la ruota di scorta esterna, aveva un portellone incernierato lateralmente, poco pratico negli spazi angusti. La quarta e la quinta hanno invece sempre accusato nelle prove una frenata poco incisiva e spazi d’arresto superiori alla media. Un motivo in più per godersi l’ottimo confort di marcia senza avere troppa fretta al volante. Una condotta sportiva d’altro canto, farebbe emergere anche un certo rollio e i limiti del cambio E-Cvt degli esemplari ibridi, che è lento nelle risposte e fa salire tanto i giri del motore quando si accelera con decisione, senza che lo spunto sia proporzionale al rumore.

Leggi Tutto
×

L'utente per definire il prezzo di quest'auto ha utilizzato il servizio Quotauto.

Questo è servito all'utente per migliorare la qualità dell'annuncio determinando il valore dell'auto secondo i criteri di Quattroruote.

Il prezzo finale definito dall'utente potrebbe scostarsi dall'effettiva Quotazione di Quattroruote, rimanendo però all'interno di un intervallo accettabile per una corretta valutazione dell'auto.


Clicca qui per effettuare una Quotazione Quattroruote >>

×

Cerca