Mitsubishi L200

Con quasi 5 milioni di esemplari prodotti in oltre 40 anni di presenza sul mercato, il pick-up Mitsubishi L200 è uno dei modelli chiave nella gamma della casa giapponese. Prodotto a partire dal 1978, questo versatile mezzo vanta una buona presenza in Italia, dove in passato è stato scelto anche dalle forze dell’ordine. Le generazioni più diffuse sul mercato dell’usato sono in particolare la quarta, commercializzata nel nostro Paese dal 2006, e la quinta, apparsa nel 2015 e sottoposta nel 2019 a un profondo restyling che ha portato in dote un frontale più massiccio (battezzato Dynamic Shield). In entrambi i casi, i modelli più diffusi sono quelli chiamati Club Cab, con la cabina a due posti a cui si aggiungono due strapuntini posteriori poco più che di fortuna, e Double Cab, con cinque posti veri e un abitacolo paragonabile a quello di una vettura comune. Nei decenni, l’evoluzione ha portato l’L200 a perdere un po’ dello spartano minimalismo tipico dei mezzi da lavoro. Gli esemplari delle varie serie sono infatti diventati man mano più automobilistici, pur mettendo sempre al centro del progetto la capacità di spostarsi su ogni terreno anche a pieno carico e, all'occorrenza e se dotati di gancio, di trainare rimorchi. I Mitsubishi L200 più recenti hanno dotazioni che includono anche svariati sistemi elettronici di sicurezza attiva e di assistenza alla guida.

I MOTORI
Lo storico motore del Mitsubishi L200 è un turbodiesel da 2.5 litri che nel corso degli anni ha beneficiato di numerosi aggiornamenti. Gli interventi lo hanno reso più vivace, parco nei consumi e rispettoso delle normative sulle emissioni che sono via via entrate in vigore. Nel 2015 è stato rimpiazzato da una nuova unità 2.4 dal funzionamento più rotondo e silenzioso, oltre che in grado di garantire un nuovo e miglior compromesso tra prestazioni ed efficienza. Gli L200 propongono diversi schemi di trasmissione. Con l’ultima generazione, la Mitsubishi ha proposto due varianti di trazione integrale, chiamate Super-Select e Easy Select 4WD. Il primo schema è pensato per offrire il massimo nella guida in fuoristrada, mentre il secondo sistema risulta più facile e pratico da sfruttare anche dagli utenti meno esperti. Per quanto riguarda il cambio, il ventaglio delle soluzioni disponibili spazia dal tradizionale selettore manuale a una varietà di cambi automatici, giunti ad avere anche sei rapporti.

PRO E CONTRO
Per quanto gli ingegneri abbiano smussato gli spigoli del suo carattere, il Mitsubishi L200 resta un pick-up e non lo si può considerare un’alternativa a una normale Suv. Il telaio a longheroni e traverse e i sistemi di trasmissione adottati ne esaltano il comportamento nel fuoristrada, dove può far valere anche un’elevata altezza da terra. Su strada, invece, il confort è buono se giudicato rispetto a quello offerto dai rivali, mentre in termini assoluti è soltanto discreto. Le sospensioni incassano bene i colpi più duri, ma trasmettono qualche scossone di troppo soprattutto quando si viaggia senza carico. Le dimensioni del mezzo complicano un po’ le manovre negli spazi stretti.

Leggi Tutto
×

L'utente per definire il prezzo di quest'auto ha utilizzato il servizio Quotauto.

Questo è servito all'utente per migliorare la qualità dell'annuncio determinando il valore dell'auto secondo i criteri di Quattroruote.

Il prezzo finale definito dall'utente potrebbe scostarsi dall'effettiva Quotazione di Quattroruote, rimanendo però all'interno di un intervallo accettabile per una corretta valutazione dell'auto.


Clicca qui per effettuare una Quotazione Quattroruote >>

×

Cerca