Mercedes Classe S

La Mercedes Classe S incarna per tradizione la massima espressione dell’eleganza, del confort e del lusso della Casa di Stoccarda. Sul mercato dell’usato si possono incontrare sei generazioni di Classe S, prodotte dal 1972 in poi. Gli esemplari più datati sono ormai rari e sono da tempo nel mirino dei collezionisti di auto d’epoca. Le inserzioni riguardano così più che altro i modelli appartenenti alla quinta serie, siglata internamente W221 e prodotta tra il 2005 e il 2012, e soprattutto alla sesta, introdotta nel 2013 con il codice W222 e ristilizzata poi a metà del 2017 nel frontale e nella coda. Di questa Classe S esistono diverse varianti di carrozzeria, a tre volumi a passo corto oppure a passo lungo, una sportiveggiante coupé e una filante cabriolet con tetto di tela. Tutte mostrano il lato più sportivo del loro carattere nelle versioni firmate AMG. Ad accomunare in generale le Classe S ci sono allestimenti sontuosi e dotazioni ricche, che lasciano spazio a infinite possibilità di personalizzazione. Il risultato è che, tra un esemplare e l’altro, possono emergere notevoli differenze a livello di equipaggiamento e di prezzo. Le soluzioni tecniche impiegate sono quanto di più evoluto e raffinato si possa immaginare dal punto di vista del confort e della sicurezza. Un esempio viene dal sistema Road Surface Scan, che legge le condizioni della strada anche con scarsa luminosità, adattando di conseguenza in anticipo la taratura dell’assetto fino a una velocità di 180 km/h.

I MOTORI
La Mercedes Classe S è proposta con una grande varietà di motorizzazioni. Le vetture a tre volumi usate come auto di rappresentanza e destinate ad avere percorrenze più elevate adottano di norma motori turbodiesel ricchi di coppia e dall’erogazione molto fluida e regolare. Non mancano però anche gli esemplari spinti dalle unità a benzina, capaci di regalare un insospettabile brio ad auto caratterizzate da un portamento aristocratico. Quando sono equipaggiate con i possenti motori preparati dalla AMG, che arrivano a superare anche i 600 CV di potenza, le Classe S Coupé e Cabrio riescono invece a rivaleggiare allo spunto anche con le supercar più blasonate. In materia di trasmissione, la presenza del cambio automatico è la regola, spesso abbinato alla trazione integrale permanente 4Matic. Negli ultimi anni, la gamma si è arricchita con le versioni ibride, anche plug-in, la cui diffusione è in costante crescita.

PRO E CONTRO
Quanto a lussuosità e qualità della vita a bordo, la Mercedes Classe S ha pochi rivali. La cura delle finiture è al top, così come la silenziosità e la capacità di filtrare le sconnessioni. Con simili caratteristiche, questa Mercedes è un’auto che molti scelgono di godere dal divano, affidando la guida a un autista. La Classe S sa regalare tuttavia grandi soddisfazioni anche a coloro che decidono di impugnare il volante in prima persona, con un’erogazione possente e un’elevata sicurezza di marcia. I limiti sono scontati: le manovre negli spazi stretti sono complicate dagli ingombri importanti e dalla visibilità ridotta, un problema che emerge soprattutto a bordo della Coupé e della Cabriolet.

Leggi Tutto
×

L'utente per definire il prezzo di quest'auto ha utilizzato il servizio Quotauto.

Questo è servito all'utente per migliorare la qualità dell'annuncio determinando il valore dell'auto secondo i criteri di Quattroruote.

Il prezzo finale definito dall'utente potrebbe scostarsi dall'effettiva Quotazione di Quattroruote, rimanendo però all'interno di un intervallo accettabile per una corretta valutazione dell'auto.


Clicca qui per effettuare una Quotazione Quattroruote >>

×

Cerca