BMW i8

Dal 2014 al 2020, la BMW i8 ha dato forma e sostanza alla volontà della casa di Monaco di proporre una supercar ibrida plug-in fuori dagli schemi, ma capace di dare filo da torcere alle più blasonate sportive tradizionali. L’originalità della i8 parte dalla linea avveniristica, figlia di una ricerca aerodinamica molto avanzata, che si traduce in volumi scavati e forme filanti, capaci di ottenere un Cx di 0,26. Dal punto di vista costruttivo, la i8 adotta la particolare struttura LifeDrive, che prevede una cellula di fibra di carbonio (Life), integrata da due sottotelai di alluminio (Drive), uno anteriore e uno posteriore, che si congiungono sotto l’abitacolo, laddove sono ospitate la batterie agli ioni di litio. All’abitacolo si accede attraverso spettacolari porte ad ali di gabbiano prive di cornici per i finestrini. All’interno, l’ambiente si presenta lussuoso, ma senza eccessi, e tocca alla strumentazione digitale ricordare l’indole hi-tech di questa BMW. La maggior parte delle i8 circolanti sono coupé 2+2, ma non mancano esemplari Roadster. In questo caso, la vettura si presenta con due posti secchi e carrozzeria targa, con tettuccio rigido asportabile. La variante di carrozzeria aperta è stata lanciata alla fine del 2017, in occasione di un restyling che ha portato con sé anche un aggiornamento della meccanica, un ampliamento delle dotazioni e modifiche di dettaglio.

I MOTORI
Nel corso degli anni, la BMW i8 è stata proposta con un solo sistema di propulsione, composto da due motori: un tre cilindri 1.5 turbobenzina, montato in posizione centrale e abbinato a un cambio automatico a sei marce, e un’unità elettrica, sistemata invece nella zona anteriore e accoppiata a un riduttore a due velocità. I motori possono lavorare in modo indipendente oppure fare gioco di squadra, dando vita a una trazione integrale senza alcun collegamento meccanico tra i due assi. La potenza totale di sistema, inizialmente di 362 CV, è stata portata a 374 CV con il model year 2018, grazie all’aumento della potenza massima del motore elettrico da 131 a 143 CV. Nell’occasione, i tecnici della BMW hanno aumentato anche l’autonomia in modalità elettrica, da 37 a oltre 50 chilometri.

PRO E CONTRO
La BMW i8 è un’auto capace di far convivere caratteristiche apparentemente antitetiche. È ibrida e sportiva, potente e brillante, ma parca nei consumi e rispettosa dell’ambiente, rivoluzionaria, ma rispettosa delle tradizioni del marchio. Nella sua grande complessità, ha il pregio di non imporre alcun compromesso e di essere incredibilmente facile da utilizzare anche in un contesto urbano. Peccato che a mettere un limite a tutta questa versatilità ci sia un bagagliaio minuscolo, che fatica a soddisfare esigenze di carico tutto sommato normali. Da parte sua, il cambio ha rapporti un po’ troppo spaziati e si rivela lento nei passaggi di marcia, anche quando viene usato in modalità manuale, rendendo la guida meno coinvolgente di quanto ci si possa aspettare dal tipo di auto.

Leggi Tutto
×

L'utente per definire il prezzo di quest'auto ha utilizzato il servizio Quotauto.

Questo è servito all'utente per migliorare la qualità dell'annuncio determinando il valore dell'auto secondo i criteri di Quattroruote.

Il prezzo finale definito dall'utente potrebbe scostarsi dall'effettiva Quotazione di Quattroruote, rimanendo però all'interno di un intervallo accettabile per una corretta valutazione dell'auto.


Clicca qui per effettuare una Quotazione Quattroruote >>

×

Cerca