DS3 Crossback

La DS 3 Crossback porta l’originalità del marchio francese DS nel segmento dei B-Suv, andando a porsi nella fascia pemium della categoria. Confezionata sulla base della piattaforma modulare Cmp utilizzata anche da molti altri modelli del Gruppo PSA, concentra in 412 cm di lunghezza la filosofia DS, che punta su materiali pregiati, finiture ricercate e attenzione maniacale per i dettagli. A livello stilistico sulla DS 3 ricorre continuamente la figura del rombo, specie nell’abitacolo, cui si accede con una certa facilità. All’interno lo spazio abbonda in rapporto alle dimensioni esterne e anche chi siede dietro ha a disposizione centimetri in abbondanza, sia per le spalle, sia per la testa e le ginocchia. Peccato che la capacità di carico non sia all’altezza altrettanto buona: la Casa parla ottimisticamente di 350 dmc, ma alla prova dei fatti il volume è inferiore e non si sfrutta neppure tanto bene. Una volta su strada, la DS 3 Crossback mostra di avere a cuore soprattutto la comodità dei passeggeri ma sa comunque dimostrarsi agile e maneggevole. Solo forzando l’andatura emerge un marcato sottosterzo. La tendenza si contrasta facilmente con manovre istintive e senza che la stabilità ne risenta, con la coda che segue con rigore la traiettoria. Lo sterzo è tarato a dovere e si comporta bene in tutte le situazioni, dimostrandosi preciso e progressivo tra le curve così come in autostrada.

I MOTORI
La DS 3 Crossback è venduta con motori a benzina e a gasolio, oltre che nella variante elettrica E-Tense, la cui diffusione sta pian piano aumentando. Se quest’ultima DS 3 Crossback trova il suo habitat naturale in città, le altre si trovano a loro agio anche sui percorsi extraurbani e nell’impiego a 360 gradi. Gli esemplari più apprezzati per il momento sono quelli turbodiesel, spinti da un motore 1.5 BlueHDi declinato in diversi livelli di potenza e offerto spesso anche in abbinamento al cambio automatico. Questo tipo di trasmissione si trova talvolta anche sulle Crossback a benzina, che sono invece spinte dal tre cilindri 1.2 PureTech. Inutile cercare una DS 3 a trazione integrale: le vetture in vendita di seconda mano sono sempre dotate della sola trazione anteriore.

PRO E CONTRO
Chi sceglie una DS 3 Crossback ha modo di sentirsi coccolato in un ambiente a tratti quasi lussuoso. Tutte le versioni adottano infatti rivestimenti di un certo pregio e componenti dal look particolare. Il rovescio della medaglia è rappresentato da una disposizione dei comandi un po’ caotica. L’elevata qualità della vita a bordo dipende anche da un confort di marcia elevato. L’abitacolo è ben insonorizzato dai rumori, con i fruscii aerodinamici che si avvertono solo ad andatura elevata, e le sospensioni assorbono bene gli scossoni sui fondi sconnessi. Sul libro nero finisce invece la visibilità: le superfici vetrate ridotte e l’andamento della linea di cintura riducono la visuale laterale posteriore, mentre nella vista di tre quarti anteriore qualche problema viene dallo spessore dei montanti del parabrezza.

Leggi Tutto
×

L'utente per definire il prezzo di quest'auto ha utilizzato il servizio Quotauto.

Questo è servito all'utente per migliorare la qualità dell'annuncio determinando il valore dell'auto secondo i criteri di Quattroruote.

Il prezzo finale definito dall'utente potrebbe scostarsi dall'effettiva Quotazione di Quattroruote, rimanendo però all'interno di un intervallo accettabile per una corretta valutazione dell'auto.


Clicca qui per effettuare una Quotazione Quattroruote >>

×

Cerca