Ford Escort

Gli annunci relativi alle Ford Escort usate possono offrire un panorama molto variegato. Con questo nome, la Casa dell’Ovale Blu ha infatti prodotto ben quattro generazioni di una compatta di fascia media, che ha popolato il listino per oltre quarant’anni, dal 1968 all’arrivo della Focus. La prima serie, la cosiddetta Escort Mk1, è stata prodotta fino al 1975 con una carrozzeria a tre volumi o familiare. Alcuni esemplari degli allestimenti sportivi Mexico e RS sono oggi ricercati dagli amanti delle auto d’epoca. La seconda generazione, la Mk2, ha avuto vita più breve, di circa un lustro, beneficiando di un restyling nel 1977. Anche in questo caso la sagoma può essere a tre volumi, a due o quattro porte, o station wagon, e le versioni più apprezzate sono le RS, più volte vittoriose nei rally. L’assortimento si è ampliato con la terza Escort, introdotta nel 1980 e rimasta poi sulla scena per una decina d’anni. In questo caso le inserzioni possono riguardare vetture a due volumi e mezzo con due o quattro porte (la tre volumi vera e propria fu battezzata invece Orion), station wagon oppure anche cabriolet. Accanto alle versioni tutta casa e lavoro, spiccano stavolta quelle più grintose con la sigla XR e la Turbo RS. Il maggior numero di Escort circolanti appartiene tuttavia alla quarta serie, apprezzata dal pubblico italiano più nella sua evoluzione station wagon che con la classica sagoma berlina. A completare l’offerta ci sono di nuovo esemplaci cabrio con capote in tela. Inoltre, per l’ultima serie una citazione doverosa va fatta per la Escort RS Cosworth, dal ricco palmares sportivo e molto ambita dagli amanti delle youngtimer.

I MOTORI
Nell’arco della sua lunga storia, la Ford Escort è stata commercializzata con tanti motori. Per quanto riguarda le Mk1, i propulsori più comuni sono i quattro cilindri a benzina 950 e i 1.100 che sono poi stati utilizzati a lungo anche dalle serie successive con continui affinamenti. Nel tempo le prestazioni sono salite con l’introduzione dei motori 1.300, 1.600 e 1.800 mentre l’entrata in scena del primo motore diesel aspirato risale al 1984. L’affermazione delle versioni a gasolio si è avuta con l’avvento del turbo, nei primi anni Novanta. Per quanto riguarda le Escort sportive, la più celebre è la già RS Cosworth, costruita sul pianale accorciato della Sierra Cosworth, da cui eredita un motore due litri sovralimentato e la trazione integrale. Nella stirpe delle RS spiccano la Escort Mk2 RS2000 e la Mk3 Turbo RS, che vanta il primato di essere stata la prima Ford turbocompressa commercializzata in Europa

PRO E CONTRO
Davanti a uno stuolo di Ford Escort tanto diverse tra loro, è comunque possibile individuare alcuni elementi che segnano nell’evoluzione un filo conduttore. Ciascuna per la rispettiva epoca, le varie serie si sono sempre contraddistinte per praticità e funzionalità, caratteristiche che trovano la loro massima espressione nelle versatili station wagon. Inutile, invece, aspettarsi molto dal punto di vista degli equipaggiamenti: solo le auto successive al 1993, per esempio, sono dotate di airbag.

Leggi Tutto
×

L'utente per definire il prezzo di quest'auto ha utilizzato il servizio Quotauto.

Questo è servito all'utente per migliorare la qualità dell'annuncio determinando il valore dell'auto secondo i criteri di Quattroruote.

Il prezzo finale definito dall'utente potrebbe scostarsi dall'effettiva Quotazione di Quattroruote, rimanendo però all'interno di un intervallo accettabile per una corretta valutazione dell'auto.


Clicca qui per effettuare una Quotazione Quattroruote >>

×

Cerca