Jaguar F-Type

La Jaguar F-Type è la vettura con cui la Casa inglese ha cercato di riguadagnarsi un posto di primo piano nel mondo delle sportive doc. Lanciato nel 2013, questo modello riceve idealmente il testimone dalla E-Type degli anni Sessanta. Al pari dell’antenata, è declinata in due varianti di carrozzeria: la prima è la spider, con una classica capote in tela che si può ripiegare elettricamente anche in movimento; la seconda è invece la coupé, una soluzione forse meno affascinante ma comunque di grande personalità. La presenza del portellone rende l’auto più pratica nell’uso quotidiano, permettendo di sfruttare meglio il bagagliaio, che diventa anche più ampio. Si tratta di un aspetto che non va sottovalutato, poiché la F-Type ha un abitacolo a due posti secchi, con giusto lo spazio per un giaccone alle spalle dei sedili. Il posto di guida ha un’impostazione sportiva, con la seduta bassa e le braccia distese a impugnare un volante verticale. In un quadro di questo genere, chiunque può trovare una sistemazione valida, sentendosi l’auto cucita addosso. Le finiture sono curate, con materiali di prima scelta e montaggi precisi, come è lecito aspettarsi da un’auto di rango.

I MOTORI
Nel corso del 2017, la Jaguar F-Type ha visto la gamma motori ampliarsi con l’ingresso nel listino di una versione due litri turbo da 300 CV. Gli esemplari usati più diffusi sono, però, quelli spinti dalle motorizzazioni presenti a catalogo sin dall’epoca del lancio: si tratta di un tre litri V6, proposto un due livelli di potenza, da 340 e 380 CV, e di un V8 5.0 Supercharged, tutti sovralimentati da un compressore volumetrico Roots e abbinati a un cambio automatico a otto marce Quickshift ZF. Tra le due unità 3.0, quella più tranquilla ha già un bel temperamento, ma la più potente guadagna quel pizzico di grinta in allungo che non guasta su un’auto di questo genere. La otto cilindri, invece, ha un carattere da una vera supercar, con accelerazioni e riprese brucianti.

PRO E CONTRO
La Jaguar F-Type dà il meglio di sé nella guida, dimostrandosi molto divertente sulle strade più tortuose. Non è solo una questione di prestazioni assolute, peraltro di alto livello: su questa sportiva il piacere si esprime attraverso un coinvolgimento totale del guidatore, con l’auto che sa trasformarsi quasi in una sua estensione, specie quando nella dotazione è presente l’assetto a controllo elettronico. Man mano che l’andatura sale, la F-Type resta sempre docile ai comandi e regala una sensazione di controllo, facendo sentire chiunque un po’ pilota, in tutta sicurezza. In questo senso, giocano un ruolo fondamentale la struttura in alluminio, leggera e rigida al tempo stesso, e lo sterzo, pronto e progressivo, che si rivela consistente e in grado di offrire sempre un buon feedback. Il resto lo fanno gli scarichi attivi, che possono regalare una colonna sonora mozzafiato a ogni affondo sull’acceleratore. Rumorosità a parte, la Jaguar ha scelto una taratura piuttosto rigida, che penalizza il confort sullo sconnesso. L’unico vero limite, peraltro scontato su questo genere di auto, è da individuare però nella scarsa visibilità posteriore, su cui incidono il taglio del tetto, il sedile rasoterra e la scarsa visuale offerta dagli specchi retrovisori.

Leggi Tutto
×

L'utente per definire il prezzo di quest'auto ha utilizzato il servizio Quotauto.

Questo è servito all'utente per migliorare la qualità dell'annuncio determinando il valore dell'auto secondo i criteri di Quattroruote.

Il prezzo finale definito dall'utente potrebbe scostarsi dall'effettiva Quotazione di Quattroruote, rimanendo però all'interno di un intervallo accettabile per una corretta valutazione dell'auto.


Clicca qui per effettuare una Quotazione Quattroruote >>

×

Cerca