Kia Pro-cee’d

Dopo aver utilizzato a lungo il nome Pro-cee’d per identificare una variante sportiva a tre porte della Ceed, la Kia ha scelto lo stesso appellativo.Solo con una grafia diversa, per un’altra originale proposta. Dal 2019 Proceed identifica, infatti, nel listino della casa coreana una cosiddetta shooting brake compatta, ovvero una station wagon con la coda sfuggente quasi da coupé. La sagoma non deve trarre in inganno: sotto il tetto arcuato, l’abitacolo è più accogliente di quanto potrebbe sembrare a prima vista, in particolare nella zona posteriore. Sul divano, lo spazio abbonda per due adulti e alle loro spalle si apre un bagagliaio con una capacità di quasi 600 litri, un valore di tutto rispetto per questa categoria. Il pilota si trova invece davanti una plancia razionale e ben fatta, nella quale ogni componente pare pensato per un utilizzo senza sforzo o distrazioni e per dare un’idea di qualità. Strumentazione e sistema d’infotaiment rispecchiano questa filosofia, risultando chiari e semplici da gestire anche dopo aver connesso lo smartphone attraverso Apple CarPlay e Android Auto. La Proceed impiega utilmente l’elettronica anche per i dispositivi di sicurezza e di assistenza alla guida, offrendo una buona dotazione standard e la disponibilità a richiesta di sistemi più evoluti.

I MOTORI
Oltre che con la linea, la Kia Proceed esprime la sua sportività con una gamma di motori brillanti. Il più grintoso è il turbobenzina 1.6 T-GDI da 204 CV, mentre a fargli da spalla c’è un brillante 1.4 T-GDI da 140 CV. A vantare la maggior diffusione sul mercato è tuttavia il turbodiesel 1.6 CRDI da 136 CV della famiglia Smartstream, che compensa la minor potenza con una coppia generosa ai bassi e ai medi regimi. Tutti i motori disponibili si possono trovare abbinati sia al cambio manuale sia a quello robotizzato a doppia frizione Dct.

PRO E CONTRO
Come ogni shooting brake che si rispetti, la Kia Proceed riesce ad abbinare forma e funzione, ovvero una linea originale e filante e una notevole praticità. Il bagagliaio, in particolare, è tra i più ampi del segmento, con un volume di 1.545 litri quando si rinuncia ai posti posteriori. Una volta su strada, la Proceed mette in mostra il lato coupé della sua personalità, rivelandosi brillante e coinvolgente, ben assecondata da efficaci controlli elettronici della stabilità e della trazione. Il merito di un comportamento così gradevole va anche alle sospensioni a ruote indipendenti e all’assetto ribassato, che migliora la reattività e rende l’azione più incisiva di quella di una normale station wagon. Lo sterzo completa degnamente il quadro e consente di approfittare del grande bilanciamento generale trovando un buon equilibrio tra rapidità, progressività e sensibilità. I freni assicurano spazi d’arresto contenuti sull’asfalto asciutto, mentre sui fondi ad aderenza differenziata occorre qualche metro in più del dovuto per fermarsi. La linea particolare comporta una visibilità posteriore limitata dal taglio dei montanti e del lunotto, mentre l’ultima nota, positiva, è per la garanzia ufficiale, di sette anni o 150.000 km.

Leggi Tutto
×

L'utente per definire il prezzo di quest'auto ha utilizzato il servizio Quotauto.

Questo è servito all'utente per migliorare la qualità dell'annuncio determinando il valore dell'auto secondo i criteri di Quattroruote.

Il prezzo finale definito dall'utente potrebbe scostarsi dall'effettiva Quotazione di Quattroruote, rimanendo però all'interno di un intervallo accettabile per una corretta valutazione dell'auto.


Clicca qui per effettuare una Quotazione Quattroruote >>

×

Cerca