Lancia Phedra

La Lancia Phedra è una delle vetture nate dalla joint venture tra il Gruppo Fiat e PSA, che ha portato alla creazione di due generazioni di monovolume di grandi dimensioni. La Phedra appartiene alla seconda di queste ed è stata prodotta dal 2002 al 2010 (il modello precedente, infatti, si chiamava Z). Lunga poco più di 470 cm, fa della raffinatezza e della scelta di materiali di alta qualità per i rivestimenti e gli arredi il principale elemento distintivo rispetto alle proposte gemelle con marchio Citroën, Fiat e Peugeot. Tutte le versioni dispongono di porte posteriori scorrevoli motorizzate per accedere alla seconda e alla terza fila di sedili. La Phedra può essere a sei o a sette posti: ogni passeggero si accomoda su una poltrona singola, che può essere regolata a piacimento, reclinata o anche rimossa, anche se il peso di circa 20 kg non invoglia a compiere spesso l’operazione. Alcuni esemplari sono equipaggiati di sedili anteriori girevoli, che permettono di trasformare l’abitacolo in una specie di salotto su quattro ruote.

I MOTORI
La Lancia Phedra è stata proposta negli anni anche con motori a benzina da due e da tre litri, ma la loro diffusione è molto limitata. A monopolizzare, o quasi, la scena delle inserzioni sono infatti gli esemplari turbodiesel, che, al di là della denominazione adottata, montano sempre propulsori di origine transalpina, 2.0 o 2.2 HDi, entrambi proposte in diverse configurazioni. Nel primo caso le potenze vanno da 109 a 138 CV, mentre nel secondo si va da 128 a 170 CV. Solo alcune vetture adottano il cambio automatico, un tipo di trasmissione che si sposa bene con le caratteristiche generali dell’auto.

PRO E CONTRO
La Lancia Phedra può essere considerata un’ammiraglia con sagoma da monovolume. Lo spazio a bordo è infatti degno di una limousine e i passeggeri godono di una buona sistemazione anche in terza fila. La qualità delle finiture, che possono prevedere anche legni pregiati, Alcantara e pelle è poi all’altezza di un jet executive. Con una flessibilità d’impiego esemplare, la Lancia Phedra è però pronta all’occorrenza a trasformarsi in poche mosse in un cargo, grazie a un volume di carico di oltre 2,5 metri cubi. Per gli oggetti più piccoli ci sono, invece, una sessantina di vani e stipetti sparsi qua e là, che consentono di trovare la giusta collocazione a ogni cosa. Se questa Lancia si dimostra un’ottima passista, capace di regalare ai suoi occupanti viaggi comodi e rilassanti, è per merito anche dell’ottimo confort di marcia. La silenziosità è notevole pure alle andature autostradali e le sospensioni digeriscono bene ogni genere di sconnessione. Nel misto affrontato con piglio deciso si avverte un po’ di coricamento laterale, ma il comportamento stradale resta comunque gradevole e sicuro. Data per scontata la riduzione del volume del bagagliaio quando a bordo ci sono tutti passeggeri, qualche critica può andare invece alla manovrabilità dell’eventuale cambio manuale, che ha innesti a volte un po’ laboriosi.

Leggi Tutto
×

L'utente per definire il prezzo di quest'auto ha utilizzato il servizio Quotauto.

Questo è servito all'utente per migliorare la qualità dell'annuncio determinando il valore dell'auto secondo i criteri di Quattroruote.

Il prezzo finale definito dall'utente potrebbe scostarsi dall'effettiva Quotazione di Quattroruote, rimanendo però all'interno di un intervallo accettabile per una corretta valutazione dell'auto.


Clicca qui per effettuare una Quotazione Quattroruote >>

×

Cerca