Renault Scénic

La Renault Scénic può essere considerata una pioniera delle monovolume compatte, una categoria di cui tiene ancora alta la bandiera davanti all’imponente avanzata delle Suv. Sino a oggi sul mercato si sono avvicendate quattro generazioni di questo modello. Il primo nacque come Mégane Scénic nel 1996 e divenne Scénic solo con il restyling del 1999, in concomitanza con il lancio dell’allestimento RX4, dal sapore fuoristradistico. La sua diffusione a livello di usato è ormai limitata, di gran lunga inferiore a quella della sua erede dalle forme più squadrate, introdotta nel 2003. Più lunga della progenitrice (426 cm contro 413), questa serie è decisamente più spaziosa. Con la terza generazione nel 2009 si assiste a un nuovo cambio di denominazione: la monovolume della Régie, caratterizzata da un design più dinamico e giovanile, diventa infatti Scénic X-Mod. Questa serie ha beneficiato di due aggiornamenti nel corso della carriera, uno ai primi del 2012 e uno nel 2013, quando è entrata in listino pure la versione Scénic X-Mod Cross, con dettagli e protezioni d’ispirazione off-road. La quarta Scénic risale al 2016 e misura 441 cm. Il ricambio generazionale è accompagnato dall’ingresso nella dotazione del grande display per l’infotainment e di vari dispositivi Adas di assistenza alla guida.

I MOTORI
Le Renault Scénic usate sono in grande prevalenza spinte da motori turbodiesel. Tra gli esemplari più datati molti annunci riguardano in particolare le unità 1.5 dCi, mentre per le annate più recenti il protagonista della scena diventa l’1.7 BluedCi. Le proposte a benzina, piuttosto rare, sono per lo più equipaggiate con il propulsore 1.3 TCe, declinato in diversi livelli di potenza. Tutte le Scénic degli ultimi anni di produzione sono a trazione anteriore mentre, per quanto riguarda il cambio, alcuni esemplari montano un valido automatico al posto del classico manuale.

PRO E CONTRO
La grande abitabilità e la modularità dell’abitacolo sono un denominatore comune per le Renault Scénic di tutte le epoche, che rappresentano un’alternativa alle Suv per chiunque cerchi tanta funzionalità senza avere ambizioni fuoristradistiche. L’interno si dimostra accogliente e pratico, con tante soluzioni comode nell’uso quotidiano. Molti elementi denotano una notevole attenzione all’ergonomia, come la leva del cambio sistemata in posizione rialzata e l’eventuale console centrale scorrevole. Oltre alle inserzioni relative alla Renault Scénic, la clientela più esigente in fatto di spazio può consultare anche gli annunci riguardanti la Grand Scénic. Apparsa la prima volta con la seconda generazione, questa variante vede aumentare sia il passo sia lo sbalzo posteriore per offrire sette posti, grazie alla presenza di due sedili supplementari, celati nel piano del bagagliaio. L’elenco dei pregi si completa con il buon confort di marcia, mentre sull’altro piatto della bilancia finiscono i freni, che lamentano un evidente allungamento degli spazi d'arresto sui fondi con aderenza differenziata.

Leggi Tutto
×

L'utente per definire il prezzo di quest'auto ha utilizzato il servizio Quotauto.

Questo è servito all'utente per migliorare la qualità dell'annuncio determinando il valore dell'auto secondo i criteri di Quattroruote.

Il prezzo finale definito dall'utente potrebbe scostarsi dall'effettiva Quotazione di Quattroruote, rimanendo però all'interno di un intervallo accettabile per una corretta valutazione dell'auto.


Clicca qui per effettuare una Quotazione Quattroruote >>

×

Cerca