Toyota GT86

La Toyota GT86 è una coupé compatta a trazione posteriore che nasce con un’idea ben precisa: regalare il piacere dell’autentica guida sportiva anche a chi non può, o non vuole, spendere una fortuna per una supercar. In questo progetto, la Toyota si è avvalsa della collaborazione della Subaru, che propone nel suo listino una vettura gemella, la BRZ. La GT86, lunga 424 cm, ha una linea pulita e seducente, con parafanghi pronunciati e un piccolo spoiler a sormontare la coda, caratterizzata da un grande estrattore e da due terminali di scarico ben visibili. Il posto di guida è praticamente rasoterra, con la seduta a soli 38 cm dall’asfalto, mentre il baricentro dell’auto si trova soltanto 8 cm più in alto. La disposizione dei comandi, con un volante piccolo e le gambe ben distese verso la pedaliera, ben allineata, è perfetta per il tipo di vettura. L’abitacolo può accogliere quattro persone, nella classica configurazione 2+2. Nel 2014 Toyota ha introdotto lievi modifiche all’assetto, mentre due anni dopo un leggero restyling ha riguardato il fascione paraurti, i fari a Led e la strumentazione, lasciando sostanzialmente immutato il quadro tecnico.

I MOTORI
Non c’è scelta: la Toyota GT86 è disponibile con un solo motore, un due litri quattro cilindri boxer. Privo di sovralimentazione, compensa in parte l’assenza del turbo con una doppia iniezione, diretta e indiretta, e raggiunge l’apprezzabile potenza di 200 CV. La curva di erogazione privilegia i regimi più elevati: in basso si avverte una certa carenza di coppia, mentre gli allunghi sono molto vivaci. La scheda tecnica, d’altro canto, non fa misteri: picco di coppia a 6.400 giri, mentre quello di potenza arriva a quota 7.000, laddove ben pochi altri duemila osano spingersi. Come lascia intuire lo schema a cilindri contrapposti, del propulsore si è occupata Subaru, artefice anche del reparto trasmissione. La maggior parte degli esemplari monta un cambio manuale a sei marce, ma alcune GT86 hanno un cambio automatico con funzione sequenziale.

PRO E CONTRO
Semplice ed emozionante: sono questi i due aggettivi che descrivono meglio la Toyota GT86. La sua ricetta sfrutta ingredienti mescolati in modo sapiente: un assetto tarato a puntino, freni resistenti, uno sterzo pronto e preciso e un cambio rapido e secco garantiscono un gusto d’altri tempi nella guida. Poco conta che, tabelle alla mano, le prestazioni assolute non siano così elevate: a fare la differenza sono l’esperienza unica e il coinvolgimento del pilota. Il massimo si ottiene portando la GT86 tra i cordoli di una pista, ma anche su strada è possibile togliersi belle soddisfazioni. I virtuosi dei controsterzi hanno pane per i loro denti, mentre i meno esperti possono contare su controlli elettronici regolabili su diversi livelli di intervento. Sull’altro piatto della bilancia finiscono, invece, alcune finiture un po’ trascurate, un’abitabilità posteriore adatta solo per due ragazzini e un confort limitato. Sullo sconnesso, non manca qualche contraccolpo, mentre la sonorità del motore è ben avvertibile: un aspetto che ciascuno è libero di considerare un difetto oppure, visto il tipo particolare di auto, un pregio.

Leggi Tutto
×

L'utente per definire il prezzo di quest'auto ha utilizzato il servizio Quotauto.

Questo è servito all'utente per migliorare la qualità dell'annuncio determinando il valore dell'auto secondo i criteri di Quattroruote.

Il prezzo finale definito dall'utente potrebbe scostarsi dall'effettiva Quotazione di Quattroruote, rimanendo però all'interno di un intervallo accettabile per una corretta valutazione dell'auto.


Clicca qui per effettuare una Quotazione Quattroruote >>

×

Cerca