Volvo S40

La Volvo S40 è una berlina di classe media, prodotta dalla casa svedese in due diverse generazioni. La prima, tra il 1995 e il 2004, risale a una joint venture con la giapponese Mitsubishi e oggi non ha più grande diffusione sul mercato dell’usato. Costruita attorno al pianale della Mitsubishi Carisma, ma con componentistica quasi interamente Volvo, merita di essere ricordata soprattutto perché fu la prima auto a montare di serie gli airbag laterali. Dopo un aggiornamento che nel 2000 toccò anche sterzo e sospensioni, oltre alla linea, la prima S40 uscì di scena nel 2004 per far posto alla seconda generazione, nata dopo l’ingresso della Volvo nell’orbita Ford. La casa dell’Ovale Blu forniva in particolare la piattaforma battezzata C1, utilizzata anche da altre due compatte, la Ford Focus e la Mazda 3. Dalla Ford venivano anche alcuni componenti delle sospensioni e i motori turbodiesel, progettati assieme al gruppo PSA. A livello estetico, la S40 seguiva il family feeling Volvo dell’epoca, con il tipico scalino smussato che segnava le fiancate. La parte più originale si trova però all’interno, dove spicca la plancia scultorea e dalle forme levigate, su cui si staglia un mobiletto centrale sottile, con una finitura spesso metallica di aspetto hi-tech. A metà carriera, un restyling ha movimentato un po’ lo stile della S40, togliendole un pizzico di personalità, ma migliorando i già buoni standard qualitativi. L’abitacolo appare ancora oggi ampio e accogliente, con una buona quantità di spazio anche per i passeggeri posteriori. Alle loro spalle si apre un bagagliaio da oltre 400 litri, più che sufficiente per le esigenze di una famiglia. A rendere sempre comoda la Volvo S40 è anche l’assetto, che assorbe bene le sconnessioni e resta ben controllato quando si affrontano le curve con brio. Tra i vari allestimenti che si sono avvicendati negli anni, dal Momentum al Kinetic, va ricordato anche quello chiamato Polar, che ha accompagnato la S40 all’uscita dal listino.

I MOTORI
Le Volvo S40 di seconda mano sono prevalentemente a gasolio. Tra i turbodiesel, l’assoluto dominatore della scena è il più piccolo 1.6, che ha quasi monopolizzato la raccolta ordini per i suoi bassi costi di gestione e il suo rendimento equilibrato. Le S40 a benzina sono piuttosto rare sul mercato dell'usato: i pochi esemplari disponibili sono quasi tutti della prima generazione, mentre sono quasi introvabili le più recenti S40 T5, più sportive e dotate per un certo periodo anche di trazione integrale.

PRO E CONTRO
Basta accomodarsi al volante di una Volvo S40 per scoprire subito uno dei suoi pregi principali: il posto di guida ha infatti un’impostazione quasi perfetta, con i comandi allineati correttamente e il sedile ben conformato, che assicura un alto livello di confort e un adeguato sostegno anche nei lunghi viaggi. Apprezzabile lo standard delle finiture: ogni dettaglio ha un aspetto solido e gli assemblaggi sono curati. Tra i contro, c’è invece lo sterzo, che si rivela poco sensibile ai piccoli angoli e in generale non brilla per precisione.

Leggi Tutto
×

L'utente per definire il prezzo di quest'auto ha utilizzato il servizio Quotauto.

Questo è servito all'utente per migliorare la qualità dell'annuncio determinando il valore dell'auto secondo i criteri di Quattroruote.

Il prezzo finale definito dall'utente potrebbe scostarsi dall'effettiva Quotazione di Quattroruote, rimanendo però all'interno di un intervallo accettabile per una corretta valutazione dell'auto.


Clicca qui per effettuare una Quotazione Quattroruote >>

×

Cerca