Volvo XC90

La Volvo XC90 è il modello con cui la Casa svedese è entrata per la prima volta nel mondo delle Suv alto di gamma nell’ormai lontano 2002. Sviluppata su una piattaforma derivata da quella della berlina S80 e proposta in versione a cinque o a sette posti, la tuttoterreno scandinava ha beneficiato di un primo restyling nel 2007. Questo facelift ha introdotto modifiche significative al frontale e alle luci di coda, ristilizzate nuovamente nel 2012, quando gli interventi estetici sono stati accompagnati da importanti upgrade a livello di dotazioni tecnologiche. Grazie a questi aggiornamenti, la prima serie è rimasta in listino fino al 2014, quando è stata sostituita dalla seconda generazione, prodotta sulla più moderna piattaforma modulare Spa. Questo modello, nato dopo l’ingresso del marchio svedese nell’orbita della cinese Geely, compie un evidente salto di qualità sotto ogni profilo. La svolta stilistica si coglie bene anche nell’abitacolo, in cui buona parte dei comandi si gestisce dal grande schermo del sistema multimediale. Oltre a essere razionale, la plancia è costruita con cura e dà l’immediata sensazione di trovarsi a bordo di un’auto di qualità. Con il passare del tempo questa Volvo si è man mano arricchita di gadget hi-tech e di evoluti sistemi elettronici di assistenza alla guida che possono fare la differenza a livello di prezzi, assieme alle eventuali sospensioni pneumatiche.

I MOTORI
Gli annunci che riguardano la Volvo XC90 hanno come denominatore comune due caratteristiche del reparto trasmissione: cambio automatico e trazione integrale Awd sono infatti una costante per tutti gli esemplari di qualsiasi epoca, a prescindere dal tipo di motorizzazione. A fare la parte del leone tra le inserzioni sono le XC90 turbodiesel. Per quanto riguarda la prima generazione, la versione più diffusa è la D5, spinta da un cinque cilindri declinato nel corso degli anni in vari livelli di potenza. Venendo alle vetture più recenti, hanno invece preso piede il frazionamento a quattro cilindri e la cilindrata di due litri, sia sul fronte a benzina sia su quello a gasolio, di pari passo con il diffondersi dell’elettrificazione. La percentuale delle XC90 usate ibride, sia mild hybrid sia plug-in hybrid, è in costante crescita.

PRO E CONTRO
La Volvo XC90 incarna una sorta di ammiraglia a ruote alte, uno status che le spetta quasi di diritto in virtù dello spazio e del confort che offre, degli equipaggiamenti adottati e delle sensazioni di guida che regala. Da ogni singolo componente traspare una progettazione attenta, che, come vuole la tradizione della Casa, mette in primo piano la sicurezza. Sulle vetture più recenti c’è uno stuolo di dispositivi a vigilare sul pilota e sui suoi compagni di viaggio, oltre che sulla dinamica di guida. In ogni caso, anche a dispetto di una stazza importante, su strada la XC90 si dimostra rapida e precisa nell’eseguire i comandi di uno sterzo ben calibrato. Anche nelle situazioni di emergenza resta ben controllabile, complice l’intervento - talvolta persino troppo tempestivo - dell’elettronica.

Leggi Tutto
×

L'utente per definire il prezzo di quest'auto ha utilizzato il servizio Quotauto.

Questo è servito all'utente per migliorare la qualità dell'annuncio determinando il valore dell'auto secondo i criteri di Quattroruote.

Il prezzo finale definito dall'utente potrebbe scostarsi dall'effettiva Quotazione di Quattroruote, rimanendo però all'interno di un intervallo accettabile per una corretta valutazione dell'auto.


Clicca qui per effettuare una Quotazione Quattroruote >>

×

Cerca